INFOCA CÓRDOBA TRAPANO | Pericolo in montagna: Infoca ed Emergenze si preparano all’incendio a Córdoba

INFOCA CÓRDOBA TRAPANO | Pericolo in montagna: Infoca ed Emergenze si preparano all’incendio a Córdoba
INFOCA CÓRDOBA TRAPANO | Pericolo in montagna: Infoca ed Emergenze si preparano all’incendio a Córdoba

Pericolo sulle montagne di Córdoba: Infoca è messa a dura prova di fronte alla possibilità di un grande incendioAJ González

IL gruppi di volontari del gruppo di soccorso immediato Siete Fincas Sono partiti stamattina In pickup verso San Jerónimo. Al chilometro 4 della CO-3314 i membri dell’Infoca li avrebbero aspettati, pronti a farlo spegnere un incendio che minaccia fino a tre complessi residenziali della catena montuosa di Cordoba. Se esistesse, ovviamente.

Ecco come sono stati testativigili del fuocoagenti delle forze di sicurezza e volontariquesto lunedì, durante a forare le porte del periodo ad alto rischio di incendio. La preparazione è fondamentale cosa succederà a partire dal 1 giugnoquando l’Andalusia attiva il Piano Infoca 2024 fino al 15 ottobre. E non si tratta altro che di una faticosa e costante lotta contro gli incendi boschivi che minacciano l’ambiente naturale della provincia e – cosa forse più preoccupante – la vita di tante persone.

Volontari di Siete Fincas, a bordo di un furgone.

La squadra umana e materiale, messa alla prova

Precisamente, una chiamata simulata dal valico di San Jerónimo ha fatto sì che i coordinatori del posto di comando avanzato – situato nel parcheggio di Medina Azahara – attivassero il livello di allerta 1. La missione principale: salvare le persone e le loro proprietà di un incendio che minaccia tre urbanizzazioni che in estate possono ospitare quasi mille persone. Anche se la situazione non è reale, L’anno scorso, come hanno spiegato i responsabili in una conferenza stampa, hanno vissuto una situazione simile.

L’esercitazione ha ricreato quell’incendio ma in condizioni più avverse, con un’evoluzione più sfavorevole. L’obiettivo, come ha sottolineato Adolfo Molina, delegato del Governo a Córdoba, è “testare sia i mezzi umani che quelli materiali”così come “le tecnologie avanzate che abbiamo annunciato anche venerdì scorso”.

Mobilitazione delle operazioni

Lo ha ricordato il delegato del Governo della Junta de Andalucía Il 10 è stato costituito il Comitato Provinciale di Coordinamento del Piano Infoca di quest’anno. Ora, una delle prime misure attuate è stata l’esercitazione, focalizzata soprattutto sul processo decisionale e sul coordinamento.

Riguarda “verificare il corretto funzionamento del posto di comando avanzatoprocedure di attivazione e mobilitazione delle operazioni e organizzazione che ne fanno parte, verificano le procedure di cambio livello e la comunicazione interna”.

Infoca e postazioni di emergenza a Medina Azahara per l’esercitazione.

Alla simulazione hanno partecipato il centro di coordinamento operativo, il centro di coordinamento provinciale, il posto di comando avanzato dell’emergenza andalusa, il posto di analisi degli incendi boschivi, 061, i vigili del fuoco del Consiglio provinciale di Córdoba e del Comune, la Protezione civile , Polizia Nazionale, Polizia Locale, Polizia annessa alla Junta de Andalucía e Guardia Civil.

Gli incendi, sempre più potenti

Gli esperti hanno espresso ancora una volta la loro preoccupazione per il cambiamento climatico e l’impatto che ha direttamente sulle condizioni dell’incendio. L’abbandono del lavoro tradizionale in montagna gioca anche a sfavore della lotta agli incendi dovuti all’accumulo di vegetazione, che diventa combustibile. La conclusione è preoccupante: meno incendi producono “una maggiore area colpita”.

I responsabili dell’operazione e Adolfo Molina, sullo sfondo, durante la spiegazione dell’esercitazione Infoca.

“Stiamo notando che le condizioni degli incendi variano in intensità negli ultimi anni; è in atto un grande accumulo che, quando viene acceso, genera una grande quantità di energia“ha avvertito Eduardo Nicolás Dueñas, direttore del centro operativo provinciale.

Mappe sparse, chiamate in corso e un via vai costante hanno caratterizzato la giornata nel parcheggio del sito archeologico di Medina Azahara. L’esercitazione si è conclusa intorno alle 13:30 con una bella notizia: l’incendio è sotto controllo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’inverno colpirà duramente l’agricoltura di Huila: avverte il presidente dell’ATCH
NEXT Questo martedì verrà inaugurata l’Orchestra giovanile infantile di Gualeguaychú – El Día de Gualeguaychú