L’Argentina ha superato gli obiettivi e il FMI sblocca l’invio di 1.000 milioni di dollari

L’Argentina ha superato gli obiettivi e il FMI sblocca l’invio di 1.000 milioni di dollari
L’Argentina ha superato gli obiettivi e il FMI sblocca l’invio di 1.000 milioni di dollari

milei-y-caputojpg.webp

Il presidente Javieer Milei e il ministro Luis Caputo. L’Argentina ha superato gli obiettivi del FMI. (Foto: Archivio)

Obiettivi superati dall’Argentina per il FMI

Il FMI ha pubblicato sul suo sito ufficiale il documento in cui approva l’ottava revisione del piano presentato dall’Argentina in occasione della rinegoziazione del suo debito con tale organismo (nel governo di Alberto Fernández con Martín Guzmán ministro delle Finanze).

Dichiarazione del FMI sull’Argentina a maggio.jpg

L’Agentina ha superato gli obiettivi proposti nella visione del FMI. (foto: dichiarazione del FMI)

Sono questi i punti più importanti del comunicato diffuso dalla Fondo monetario internazionale.

  • Personale tecnico del FMI e autorità argentine hanno raggiunto un accordo a livello di personale sull’ottavo riesame previsto dall’accordo SAF dell’Argentina. Previa approvazione del comitato esecutivo del Fondo monetario internazionale, l’Argentina avrà accesso agli esborsi in conformità con il programma.
  • Basato su risultati migliori del previstotutti i criteri di prestazione sono stati superati—sono state raggiunte intese politiche continuare a ridurre l’inflazione, ricostituire le riserve internazionali, sostenere il recupero e mantenere il programma saldamente sulla buona strada.
  • È necessario che continuino a realizzarlie gli sforzi per migliorare la qualità e l’equità del consolidamento fiscale, perfezionare i quadri di politica monetaria e valutaria, nonché affrontare gli ostacoli alla crescita.

Il FMI ha anche considerato il contesto in cui il governo del presidente Javier Milei si è trovato di fronte ad un piano volto a eliminare il deficit fiscale, ridurre il tasso di inflazione e aumentare le riserve della BCRA.

“Pur ereditando una situazione economica e sociale molto complessala ferma attuazione del piano di stabilizzazione delle autoritàbasato su un solido ancoraggio fiscale, sull’assenza di finanziamento monetario e sulla correzione dei prezzi relativiha consentito progressi più rapidi del previsto nel ristabilire la stabilità macroeconomica e rimettere fermamente il programma sulla buona strada”, si legge nel testo.

Evidenzia, come hanno fatto in anticipo diversi funzionari del FMI (tra cui Kristalina Georgieva) Quello Argentina raggiunto il primo surplus fiscale trimestrale in 16 anni, il rapido calo dell’inflazione, il cambiamento di tendenza delle riserve internazionali e una forte riduzione del rischio sovrano (rischio paese).

Allo stesso tempo, sottolinea di aver anche soddisfatto la preoccupazione di questa organizzazione riguardo ai settori più non protetti: “Le autorità hanno compiuto sforzi significativi per espandere l’assistenza sociale alle madri e ai bambini vulnerabilicosì come tutelare il potere d’acquisto delle pensioni”.

Milei e Georgieva.jpg

Primi contatti con il FMI. Javier Milei e Kristalina Georgieva alla conferenza di Davos. (Foto: per gentile concessione di La Capital)

Il FMI parla di concorrenza valutaria e non di dollarizzazione

Nei suoi obiettivi ci sono temi già noti:

  • Politica fiscale. L’obiettivo di raggiungere eIl saldo fiscale globale senza il finanziamento netto della banca centrale rimane invariato. Il programma continuerà a concentrarsi sul miglioramento della qualità e dell’equità del consolidamento fiscale, anche attraverso riforme che migliorino l’efficienza e la sostenibilità progressività del sistema fiscale, ridurre i sussidi e rafforzare sia i controlli sulla spesa che la responsabilità. Allo stesso tempo L’assistenza sociale continuerà a essere rafforzata secondo necessità.
  • Politica monetaria e del cambio. La priorità continua ad essere quella di rafforzare il processo di disinflazione e rafforzare le riserve internazionali e il bilancio della banca centrale. Nella transizione verso un nuovo regime monetario (che comporta la concorrenza valutaria), La politica monetaria evolverà per continuare ad ancorare le aspettative di inflazione e la politica del tasso di cambio diventerà più flessibile, mentre i tassi di inflazione continueranno a essere ridotti. restrizioni e controlli sui cambi come le condizioni lo consentono.

La novità a questo punto riguarda le dichiarazioni del presidente e del team economico argentino. Il FMI non parla di dollarizzazione ma parla piuttosto di “transizione verso un’a nuovo regime monetario” che specifica chiaramente: “concorso di monete”.

L’altra questione importante è che continueranno “ridurre le restrizioni e i controlli sui cambi.”Vale a dire: uscire dalle scorte. Per la squadra economica non si conosce ancora una data certa.

Poi il comunicato indica altri obiettivi

  • Politica strutturale. Si spera che le riforme microeconomiche in corso e attentamente sequenziate servano a questo scopo sostenere la ripresa economicanonché ad affrontare gli ostacoli alla produttività, agli investimenti privati ​​e all’occupazione formale.
  • Modalità del programma. Gli obiettivi e le condizionalità del programma sono stati aggiornati per riflettere i migliori sviluppi recenti e il nuovo panorama economico. Si ottengono garanzie di finanziamento anche da parte dei creditori ufficiali.

Infine un ringraziamento specifico ad entrambi i ministri Luis Caputo per quanto riguarda il presidente della Banca Centrale, Santiago Bausiliper il suo continuo impegno costruttivo, nonché per la sua ferma volontà di ripristinare la stabilità economica egettare le basi per un’economia più forte e sostenibileQuello “promuovere l’occupazione e gli investimenti privati ​​a beneficio di tutti gli argentini”.

Il nuovo accordo tecnico con il personale del Fondo dovrà essere ratificato dall’Assemblea Consiglio di amministrazione e allora sì, L’importo di 1.000 milioni di dollari che l’Argentina si aspetta verrà rilasciato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV María O’Donnell ha criticato la parodia di Tomás Rebord, che fingeva di essere indignato nei confronti di Milei
NEXT “Mi sono soffocato dalle risate”