Unità sindacale argentina di fronte all’aggiustamento: uno sciopero nazionale che risuona

Unità sindacale argentina di fronte all’aggiustamento: uno sciopero nazionale che risuona
Unità sindacale argentina di fronte all’aggiustamento: uno sciopero nazionale che risuona

Pubblicato 13 maggio 2024 di Education International

In una dimostrazione di solidarietà e forza collettiva, l’Argentina ha assistito a un massiccio sciopero nazionale. Indetto dalla Confederazione Generale del Lavoro (CGT) e sostenuto dalle due Confederazioni dei Lavoratori Argentini (CTA), lo sciopero riflette la resistenza contro le misure di austerità imposte dall’attuale governo.

Lo sciopero ha avuto il sostegno delle organizzazioni affiliate a Education International in Argentina: La Confederazione dei Lavoratori dell’Educazione della Repubblica Argentina (CTERA), la Federazione Nazionale dei Docenti Universitari (CONADU) e la Confederazione degli Educatori Argentini (CEA).

Lo sciopero, che ha ottenuto un consenso stimato tra l’80 e il 90%, ha paralizzato le attività in numerose città. Questo atto di protesta non solo ha dimostrato la capacità organizzativa del movimento operaio argentino, ma ha anche inviato un messaggio chiaro al governo di Javier Milei: l’aggiustamento economico che sta colpendo i settori più vulnerabili non sarà tollerato.

Affermazioni del settore didattico

CTERA ha ringraziato Education International e altre organizzazioni sindacali internazionali per il loro sostegno e ha pubblicato le principali richieste del settore dell’insegnamento nel contesto dello sciopero nazionale:

  • Appello per la parità nazionale degli insegnanti.
  • Pagamento FONID.
  • Finanziamenti per l’istruzione.
  • Aumento salariale urgente per i pensionati.
  • La difesa dei diritti del lavoro.
  • La difesa della Pubblica Istruzione.
  • Contro aggiustamenti e tariffe.
  • Contro la Legge Base e il Decreto di Necessità e Urgenza.

“Education International riafferma il suo impegno nella difesa della democrazia, dei diritti del lavoro e dei salari dignitosi in Argentina e nel mondo, e si impegna a continuare a lavorare in solidarietà con il movimento sindacale nella sua lotta per un futuro più luminoso, giusto ed equo per tutti” ha aggiunto il Segretario Generale.

La resistenza non si esaurisce con la disoccupazione

La direzione sindacale argentina, unita nella sua visione, ha avvertito che se il governo non rivaluterà la sua politica di aggiustamento, il piano di lotta andrà avanti. La misura della forza è stata una risposta diretta all’impatto che queste politiche stanno avendo sulla vita quotidiana dei lavoratori, dai pensionati ai dipendenti pubblici.

Questo sciopero ricorda che l’istruzione e il lavoro dignitoso sono pilastri fondamentali per lo sviluppo di qualsiasi nazione. L’unità mostrata dai sindacati argentini è un esempio ispiratore per il mondo del lavoro, dimostrando che la coesione e l’azione collettiva sono strumenti potenti nella lotta per la giustizia sociale ed economica.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Karina Milei guida la candidatura dell’Argentina a ospitare i Mondiali del 2030
NEXT La Corte Costituzionale ordina protezione per 900 famiglie contadine di Miraflores, Guaviare, per inosservanza del PNIS