Una rete di migranti venezuelani operava ad Aguachica

Una rete di migranti venezuelani operava ad Aguachica
Una rete di migranti venezuelani operava ad Aguachica

Attraverso il personale della Sezione investigativa criminale SIJÍN della Polizia nazionale, quattro persone sono state catturate per il reato di traffico di migranti nel comune di Aguachica, Cesar.

Nella procedura vi è stato il supporto strategico della Sezione di intelligence SIPOL, del Gruppo per le operazioni speciali GOES e dell’Esercito nazionale, che ha smantellato la rete criminale dedita al traffico di migranti in questa zona del Paese.

Nel corso della procedura di perquisizione e sequestro, i nostri agenti in uniforme hanno catturato quattro individui in flagranza di reato, presumibilmente guidati da un soggetto soprannominato ‘Andrés, tali soggetti operavano clandestinamente da circa un mese nella regione.

All’interno della proprietà perquisita sono state trovate 60 persone di nazionalità venezuelana, tra cui donne incinte e bambini. Queste vittime erano entrate illegalmente in Colombia attraverso i valichi di frontiera illegali nel comune di Maicao-Guajira.

La rete criminale reclutava attraverso i social network come Facebook e WhatsApp, promettendo di trasportare i migranti in Messico per somme comprese tra 1.000 e 2.000 dollari. Una volta reclutati, venivano costretti a lavorare nelle vendite informali e a chiedere l’elemosina ad Aguachica per pagare il loro soggiorno e pagare un percentuale ai trafficanti.

La destinazione finale prevista per i migranti era il comune di Necoclí, a Urabá Antioquia, per il quale dovevano raccogliere fondi aggiuntivi per il loro trasporto.

Tra gli oggetti sequestrati ci sono due veicoli di lusso, un’arma da fuoco e tre telefoni cellulari.

Questo colpo al traffico di migranti rappresenta un progresso significativo nella lotta contro questo tipo di crimini transnazionali, proteggendo i diritti e la sicurezza dei migranti vulnerabili. Le autorità continuano a indagare per smantellare completamente questa rete e consegnare i responsabili alla giustizia.

I detenuti sono stati lasciati a disposizione delle autorità competenti per risolvere la loro situazione giudiziaria.


Visualizzazioni dei post: 4

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Charly García premiato giovedì al Teatro Mitre
NEXT A Salta è stata fondata un’organizzazione di avvocati per i diritti umani. Potrebbe interessarti