Duro incrocio tra Petro e “Gury” Rodríguez dopo le dichiarazioni controverse del consigliere antioquiano

Duro incrocio tra Petro e “Gury” Rodríguez dopo le dichiarazioni controverse del consigliere antioquiano
Duro incrocio tra Petro e “Gury” Rodríguez dopo le dichiarazioni controverse del consigliere antioquiano

19:27

Presidente Gustavo Pietro Si è scagliato contro il consigliere di Medellín con tutto Andrés Rodríguez (Centro Democratico), che ha invitato a “ristabilire lo stato di diritto”.

Ti potrebbe interessare: “Comprare gas dal Venezuela non è grave, il problema è trascurare quello che è nostro”: Uribe sulla situazione alla Ecopetrol

In un’intervista concessa al giornalista Roger Vélez Castaño, “Gury”, come è conosciuto, ha assicurato che in Colombia non esiste la democraziae che se il presidente Petro “fosse stato ragionevole, si sarebbe dimesso”.

Attualmente, ha continuato, Si sta formando un Tavolo di Unità Nazionale al quale sono stati invitati ex presidenti, ex deputati dell’opposizione, leader sindacali o imprenditoriali, che “determinerà il futuro della Colombia”.

Secondo il politico di Antioquia, nei prossimi giorni si prevede che si avranno colloqui avanzati per portare avanti tale tavolo.

“È un presidente illegittimo, ha violato la Costituzione politica della Colombia, ha superato i limiti della campagna elettorale, ha ricevuto denaro dal narcotraffico, vuole porre fine alla sanità e a tutto ciò che funziona (…) e io non voglio vivere in Venezuela”, ha affermato.

Pietro risponde

In questo senso, il presidente Gustavo PietroInfastidito, ha risposto a quelle dichiarazioni e Ha insistito per un “colpo di stato morbido” contro il suo governo.

“Questi sono i politici insignificanti che Humberto de la Calle dimentica. Ecco come vengono fatti i colpi di stato morbidi. I fascisti seducono gli ingenui”, ha scritto sul social X.

L’allusione del presidente è ad un’intervista rilasciata da Humberto de la Calle al quotidiano El Tiempo, in cui affermava che “nessuno di significativo rovescia un presidente, restano dietro le quinte, lo hanno sempre fatto piccoli politici insignificanti e spesso corrotti ( ….)”.

In ogni caso, questa non è stata l’unica dichiarazione di Petro su “Gury” Rodríguez. Con lo screenshot di una pubblicazione cancellata dal consigliere, il presidente ha segnalato di aver violato la Costituzione.

“Si tratta di un funzionario pubblico con un atteggiamento apertamente sedizioso, che infrange la Costituzione ed esalta un colpo di stato. Il consigliere Gury è un politico. Il Presidente è il comando costituzionale dell’intera Forza Pubblica per ordine del popolo. @FiscaliaCol”, ha espresso.

Nella pubblicazione cancellata il consigliere parla di un presunto messaggio dell’Esercito nazionale al presidente, ma non si conoscono ulteriori dettagli.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tucumán rifinanzia un debito di quasi 80 miliardi di dollari con la Nazione
NEXT Da questo giovedì Holguín si veste di festa e tradizione