Santiago de Cuba: accusati di traffico di droga sono stati condannati a dure pene dal regime

Santiago de Cuba: accusati di traffico di droga sono stati condannati a dure pene dal regime
Santiago de Cuba: accusati di traffico di droga sono stati condannati a dure pene dal regime

Le autorità del Tribunale Provinciale di Santiago de Cuba, nell’est di Cuba, hanno riferito attraverso i media ufficiali che diverse persone accusate di traffico di droga sono state condannate a dure pene fino a 30 anni di prigione.

Secondo il rapporto, la Procura ha chiesto condanne da 20 a 30 anni di carcere per gli accusati di traffico internazionale di droga, attentati, porto e possesso illegale di armi, tra gli altri crimini, nel quadro del processo di traffico di droga in corso posto in quella provincia cubana.

Il partito al potere ha spiegato che il principale organizzatore di questa rete di traffico di droga, che aveva la sua base operativa nel comune costiero di Guamá, Santiago, è stato arrestato insieme a diversi collaboratori.

Il tenente colonnello Abraham Estonlle Río, capo del dipartimento del traffico internazionale di droga, ha dichiarato alla televisione ufficiale che la droga ha lasciato la Giamaica, è arrivata a sud di Santiago de Cuba e da quella zona è stata commercializzata a Cuba.

Nell’ambito di questa operazione antidroga, le autorità cubane hanno arrestato il gruppo di trafficanti di droga e sequestrato 300 chili di marijuana, un arsenale di armi da fuoco, motoscafi e altri elementi utilizzati per violare il sistema di lotta alla droga del regime.

Le indagini successive hanno accertato che il capobanda non ha cercato solo di introdurre la droga a Cuba in questa occasione, ma anche di creare una base operativa per azioni future con droghe sintetiche e cocaina.

“Nel caso del traffico internazionale di droga sono previste sanzioni che vanno dai 10 ai 30 anni di privazione della libertà, privazione perpetua della libertà o morte”, ha affermato il procuratore provinciale Carlos Martín García.

A metà aprile di quest’anno, le autorità del regime cubano hanno riconosciuto, nello spazio ufficiale We Make Cuba, che l’età in cui inizia a consumare droga a Cuba è sempre più bassa. Gli adolescenti cubani iniziano a drogarsi all’età di 13 e 14 anni.

L’Avana è la città con il maggior consumo dell’isola, insieme a Santiago de Cuba e Cienfuegos, perché sono le città dove arrivano più stranieri.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cosa significa e come ci avvantaggia?
NEXT Lanciano una linea di credito per il settore delle industrie creative di Huila • La Nación