Casa de Nariño ha rivelato i dettagli della dichiarazione di Petro alla Procura riguardo ai petrovideo, cosa ha detto il presidente?

Mercoledì 15 maggio si è svolto un procedimento presso la Casa de Nariño, dove il presidente Gustavo Petro ha dichiarato vittima nel caso Petrovideos, dove era evidente la guerra sporca e l’ordine di oltrepassare la linea etica, di Sebastián Guanumen, affinché Petro raggiungesse la Casa di Nariño.

Il Governo ha rivelato i dettagli del procedimento di questo mercoledì, che È durato più di tre ore nella Casa de Nariño, e si è svolto davanti alla Procura e alla Procura Generale.

“Il Presidente della Repubblica, Gustavo Petro Urrego, ha testimoniato oggi, nella Casa de Nariño, davanti a un pubblico ministero e a un delegato della Procura Generale, nell’inchiesta sulla registrazione illecita di riunioni private nell’ultima campagna presidenziale”, dice una dichiarazione della Casa di Nariño.

E ha aggiunto: “Il presidente è stato citato come vittima dagli investigatori e ha sentito parlare delle circostanze di tempo, modo e luogo che hanno circondato la registrazione e la fuga dei cosiddetti “video Petro”, nel giugno 2022”.

Palazzo Narino | Foto: Guillermo Torres /Settimana

“Il presidente ha dichiarato che la registrazione illecita e la fuga di notizie verso un determinato organo di stampa corrispondeva ad un piano criminale contro la democrazia, volto ad impedire una rotazione nell’esercizio del potere”, ha spiegato il Palazzo Presidenziale.

Ha inoltre affermato: “Il Capo dello Stato ha sottolineato che le minacce contro la campagna presidenziale non erano state indagate in quel momento e che le manovre, da parte di alcune istituzioni, persistono per delegittimare il governo”.

I ‘petrovideos’ hanno rivelato conversazioni della campagna del Patto Storico che hanno dimostrato che la promessa del candidato di portare avanti “una campagna pulita” non è stata mantenuta.

“Andrò in Procura per testimoniare in merito porta d’acqua è stato fatto per la mia campagna elettorale. “Chi è stato responsabile di intercettare le comunicazioni della mia campagna alla Presidenza per quasi un anno intero?”, ha detto il capo dello Stato, prima dell’inizio della procedura.

L’indagine è solo nella fase di accertamento dell’ascolto dei testimoni e, in questo caso, del presidente Gustavo Petro vittima del processo, delle intercettazioni la sua campagna e il modo in cui i video con le dichiarazioni controverse sono finiti sui media.

La Colombia dovrà aspettare per sapere come Gustavo Petro ripulirà la sua immagine dopo lo scandalo 'petrovideos' rivelato da SEMANA.
La Colombia dovrà aspettare per sapere come Gustavo Petro ripulirà la sua immagine dopo lo scandalo ‘petrovideos’ rivelato da SEMANA.

“A questo proposito, la Procura Generale della Nazione ha deciso di incaricare una squadra del Corpo Tecnico Investigativo (CTI) e di incaricare un pubblico ministero della Direzione Specializzata contro la Corruzione, al fine di avviare l’indagine che ne valuti la rilevanza giuridica – l’indagine penale sui fatti denunciati e svolge la procedura che corrisponde alla legge”, ha dichiarato all’epoca la Procura.

Oltre a ciò, la Procura Generale ha avvertito che sarà attenta a ricevere informazioni sulla fuga di questi video ai media, attività che è stata svolta dagli stessi collaboratori della campagna e consulenti legali, al punto che anche la Procura ha avviato le indagini su tale ipotesi di fuga di notizie.

“A fronte delle manifestazioni pubbliche riguardanti la presunta infiltrazione illecita di soggetti terzi in una delle campagne politiche per la Presidenza della Repubblica, “La Procura presterà attenzione alle informazioni di cui dispone l’ente in relazione a tali eventi, al fine di svolgere la corrispondente attività investigativa”, l’organismo accusatore ha finalmente dettagliato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I legislatori hanno analizzato insieme a Medina Ruiz la proposta di una ONG per combattere la dengue
NEXT Gli affiliati di Colpensiones hanno chiuso gli uffici a Santa Marta