“Lasciate che Milei si metta le palle e guidi il Paese”, la frase forte di Eduardo Eurnekian sul presidente dopo il suo discorso agli uomini d’affari

“Lasciate che Milei si metta le palle e guidi il Paese”, la frase forte di Eduardo Eurnekian sul presidente dopo il suo discorso agli uomini d’affari
“Lasciate che Milei si metta le palle e guidi il Paese”, la frase forte di Eduardo Eurnekian sul presidente dopo il suo discorso agli uomini d’affari

Eduardo Eurnekian, titolare della Corporación América ed ex capo di Javier Milei nei suoi anni nel mondo privato, ha risposto senza mezzi termini alle domande dei giornalisti che gli hanno rivolto dopo la visita del presidente alla riunione del Consiglio interamericano di commercio e produzione di all’Alvear Hotel e ha lasciato una frase molto forte. “Che Milei si metta le palle e guidi il Paese”Ha lanciato.

A rigor di termini, Eurnekian ha replicato le stesse parole di Milei in un incontro con gli uomini d’affari nel forum Llao Llao, quando ha chiesto loro “metti le palle e investi nel Paese”. In quell’incontro Milei aveva anche sottolineato che “chi scappa è un eroe”.

Lasciamo che il Presidente si metta le palle e guidi il Paese. Se mi chiede di investire, digli che io dico che dovrebbe mettere i suoi soldi dove dice.“, ha assicurato l’imprenditore al canale C5N, che aveva già avuto in passato alcuni incontri pubblici con il suo ex dipendente.

Eurnekian ha detto che gli sarebbe piaciuto farà salire le azioni del dollarose possibile domani, e ha sottolineato che Milei è un economista che “sa e sa molto”. Nel suo discorso, il capo dello Stato ha difeso le sue idee liberali e libertarie e si è scagliato contro gli economisti che parlano di un ritardo del tasso di cambio. “Ciò che dice la maggior parte degli analisti è sbagliato”, ha detto il presidente.

video

Il Presidente ha elencato gli obiettivi da raggiungere per prendere la decisione di eliminare le scorte. “È nei nostri piani aprirlo il più rapidamente possibile”, ha detto.

“Non mi consulta, non lavoro per quello, è stato il mio consulente in ambito bilancio”Ha detto Eurnekian, che non è sembrato preoccupato per l’attuazione del RIGI, che è in discussione come parte della Legge sulle basi e del pacchetto fiscale attualmente al Senato.

Per l’amministratore delegato di Corporación América, “L’industria è fatta in competizione globale, competiamo con tutti. Bisogna essere pronti a competere”, ha detto. Cosa serve per investire? La domanda è stata posta al termine della breve intervista con i media. “Avete bisogno di soldi”, ha risposto direttamente.

Non è la prima volta che Eurnekian pronuncia una frase controversa sul presidente Milei. “Bisogna calmarsi perché non siamo in grado di sopportare un altro dittatore”, aveva detto nel settembre dello scorso anno, in piena campagna elettorale, in un altro incontro del Cicyp in cui era intervenuta Patricia Bullrich, prima del Elezioni generali del 2023 , che l’hanno lasciata fuori competizione.

Proprio in quello stesso scenario del Commercio Interamericano di Commercio e Produzione (Cicyp), anche se già in ballottaggio, a metà novembre 2023, l’imprenditore proprietario della Corporación América, la holding che annovera tra le sue principali società Aeropuertos Argentina 2000 beni, era oltre.

“Ho 3.700 persone che lavorano per l’azienda. Uno ha fallito, cosa vuoi che faccia?”, diceva ridendo Eurnekian, giorni prima della seconda tornata elettorale in cui il suo ex dipendente avrebbe affrontato e battuto Sergio Massa, ministro dell’Economia. .di Alberto Fernández.

video

L’uomo d’affari ha parlato dell’economista, che ha lavorato come suo consigliere per diversi anni.

Questo mercoledì Milei ha incentrato il suo discorso in risposta agli analisti ed economisti che gli chiedono di accelerare il modello di svalutazione che il governo applica quotidianamente al tasso di cambio ufficiale. Il presidente ha definito queste analisi “sciocchezze” su cui “alcune persone lavorano da anni”.

Volere correggere attraverso la svalutazione significa aumentare il numero dei poveri e degli indigenti e non risolvere il problema. Quando il sistema argentino sarà ripulito, costerà in dollari, sì, ma non si corregge con la svalutazione, si corregge con riforme strutturali”, ha insistito. E ha aggiunto, in una delle allusioni positive a Santiago Bausili (presidente della Banca Centrale): “Se fossimo in ritardo avremmo un calo sistematico delle riserve e non smetteremmo di comprare.”

Oltre a respingere l’ipotesi di un ritardo nei cambi, Milei ha annunciato che il governo “è in zona di apertura delle azioni”, anche se ha chiarito che lo farà in modo ordinato, secondo “il mercato”. Ha elogiato anche Luis Caputo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cesar ha dichiarato una giornata di lutto per la morte del cantante Omar Geles
NEXT L’ufficio del sindaco di Pereira ha aperto il Cerritos Life Center