Quasi 150 polli sono morti in un incendio scoppiato in un capannone a Cocorná, Antioquia

Quasi 150 polli sono morti in un incendio scoppiato in un capannone a Cocorná, Antioquia
Quasi 150 polli sono morti in un incendio scoppiato in un capannone a Cocorná, Antioquia

15/05/2024

Mentre assisteva la madre malata nella clinica León XIII di Medellín, La baracca di Lucia González nella sua casa a Cocorná è andata a fuoco. Antiochia orientale, e quasi 150 polli e 40 pulcini da carne che aveva come progetto produttivo per il suo sostentamento morirono.

Le fiamme hanno invaso il magazzino nella notte di questo martedì 14 maggio e, fortunatamente, il primo piano della casa, dove vive con la figlia, non è stato danneggiato. Era un suo zio che la chiamò intorno alle 23 per dirle che il progetto produttivo che gli dava parte del suo sostentamento era completamente terminato. All’emergenza sono intervenuti i vigili del fuoco, secondo i testimoni, che hanno contribuito anche a controllare alcuni vicini.

Potrebbe interessarti: Attenzione ai tuoni in questi giorni: Antioquia è il dipartimento con più vittime di fulmini in Colombia

“Non ho marito, sono vedova e madre capofamiglia; Lavoro con i polli e sono andati perduti tutti, più o meno 150, di cui 40 piccoli. Non era rimasto assolutamente nulla perché era tutto bruciato, avevano messo una tettoia sull’asse, sotto c’era la casa,” ha detto Lucia in mezzo a una doppia incertezza, poiché non ha potuto tornare a casa sua perché doveva restare con la madre a Medellín, visto il suo delicato stato di salute.

La casa di Lucia si trova nel villaggio di San José, in quel comune dell’est, e attraverso la rimessa vendeva uova e polli da carne. Gran parte del ricavato è andato al ristorante di sua madre, situato vicino alla casa dove è avvenuto l’incendio.

Inoltre: Tre feriti in un incendio causato dall’esplosione di un accendino da buffet in un ristorante a Itagüí, Antioquia

La donna ha inoltre riferito che il progetto di produzione del magazzino è nato almeno 12 anni fa, quando suo marito morì e lei rimase con una figlia piccola da crescere. “Almeno il capanno mi ha aiutato, in ogni caso era sempre un’entrata di qualcosa per il sostentamento”, ha detto.

Ora, Lucia spera di trovare nel settore privato, nell’ufficio del sindaco di Cocorná o negli organi dipartimentali, un sostegno che le permetta di avere anche le basi per avviare la sua attività da zero, Ebbene, deve ricostruire completamente la struttura, poiché l’incendio l’ha completamente distrutta.

Finora, secondo quanto riferito a Lucia, l’incendio è avvenuto a causa di un corto circuito.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV VIDEO: TC: il governatore di Entre Ríos, ottimista sul Paraná
NEXT data, superficie, prodotti o posti auto