I vicini approfittano delle perdite d’acqua nelle strade a causa della crisi di approvvigionamento a Santiago de Cuba

I vicini approfittano delle perdite d’acqua nelle strade a causa della crisi di approvvigionamento a Santiago de Cuba
I vicini approfittano delle perdite d’acqua nelle strade a causa della crisi di approvvigionamento a Santiago de Cuba

IL crisi dell’approvvigionamento idrico nella città di Santiago de Cuba spinge le persone a soluzioni estreme, come raccogliere il prezioso liquido direttamente da una perdita stradale, compromettendone la qualità e la sicurezza, mettendo a rischio la vita.

Gli abitanti del quartiere di Los Pinos, che non ricevono il servizio attraverso la rete di condutture da più di due settimane, riempiono secchi e serbatoi direttamente da un’enorme perdita nella strada, ha denunciato mercoledì su Facebook il comunicatore Yosmany Mayeta.

Schermata di Facebook / Yosmany Mayeta

Secondo l’attivista, l’enorme buco nella strada è il risultato di una riparazione di una rottura iniziata qualche tempo fa, ma non ancora completata, lasciando le persone senza questo servizio vitale per almeno due settimane.

La buca si trova all’angolo tra Mariana Grajales e Los Pinos, nella città di Santiago de Cuba, molto vicino ad una discarica, come si può vedere nel video.

Nelle foto condivise da Mayeta, puoi vedere come i bambini e gli anziani trasportano il liquido vitale in qualsiasi contenitore possano utilizzare per quello scopo.

“La gente arriva lì con carri, cisterne e qualunque contenitore abbia in casa”, ha sottolineato il comunicatore, denunciando anche di aver creato un luogo ricreativo nella piscina improvvisata.

Allo stesso tempo, nello stesso buco dove si bagnano i più piccoli e le persone portano l’acqua per le loro case, “i cocchieri che passano per questa strada vi mettono ad abbeverare i loro animali”, illustrando l’entità del problema che potrebbe comportare fonte di contaminazione e malattie diarroiche.

Mayeta ha spiegato che i vicini, stanchi e sconvolti nel vedere quanta acqua necessaria nelle loro case viene sprecata a causa della negligenza del regime, gli hanno chiesto di rendere pubblica la cattiva gestione del governo nel risolvere questo problema.

CyberCuba hanno contattato alcuni residenti della zona che hanno lamentato di essere senza servizio di acqua potabile da quasi 20 giorni.

Una persona del quartiere di Jiménez, molto vicina alla rottura, ha riferito di non aver ricevuto il prezioso liquido da 19 giorni.

Da parte sua, una madre del centro urbano José Martí ha avvertito che da più di due settimane non sa cosa vuol dire vedere l’acqua scorrere nei tubi.

Tuttavia, nonostante la situazione sfavorevole che vive la popolazione di Santiago a causa dei blackout e della precarietà del sistema di approvvigionamento di acqua potabile, lo scorso marzo il primo segretario del Partito a Santiago de Cuba, Beatriz Johnson Urrutia, chiede alla gente di non disperare.

La leader è stata catturata durante una riunione di lavoro quando ha chiesto di informare le persone su come farlo entro una settimana ognuno avrà “la sua poca acqua”.

Tuttavia, anche le persone che ricevono acqua attraverso i tubi Denunciano il cattivo stato del liquidoche difficilmente può essere utilizzato per le faccende domestiche.

Una cubana residente nella città di Santiago de Cuba ha denunciato la cattiva qualità dell’acqua che arriva alle case della zona in cui vive.

Cattura Facebook/Keisa Calderin

“Guardate l’acqua che sta raggiungendo il quartiere”, ha denunciato Keisa Calderín in un gruppo Facebook, che non ha avuto bisogno di più di due foto per dimostrare la gravità della questione.

Ma i problemi legati all’approvvigionamento idrico non si registrano solo a Santiago de Cuba. Recentemente, il aumento dei casi di epatite A nel distretto di Reina, nella città di Cienfuegos, ha lanciato l’allarme e costretto le autorità ad attuare misure di sorveglianza epidemiologica in risposta all’epidemia allarme sanitario.

Il dottore Livan Rojas Lantiguadirettore della gestione sanitaria della Direzione Generale della Sanità di Cienfuegos, ha riferito in una conferenza stampa che “La maggior parte dei casi è concentrata in quattro isolati di quel distrettodove si effettua un controllo mirato della malattia, che ha un periodo di incubazione che varia dai 15 ai 50 giorni”, si legge in una nota sul sito del canale locale. Perlavisione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Strage del Cauca: tre persone uccise a Corinto
NEXT Il Boca ha ribaltato la situazione del Central Córdoba con una prestazione stellare di Equi Fernández e Merentiel