Cristiano Ronaldo è stato schietto sull’idea del ritiro: “La mia più grande motivazione è continuare”

Cristiano Ronaldo Continua ad essere fisicamente in forma a 39 anni nel campionato dell’Arabia Saudita dopo la fine della stagione. In quella situazione, È stato consultato in merito al suo ritiro e la stella portoghese è stata schietta riguardo alla decisione. Ha sottolineato di essere motivato a continuare a competere con il “giovani leoni” del calcio.

Il cannoniere del Portogallo ha assicurato su Whoop Podcast che «Sono orgoglioso di avere questa età e di competere ai massimi livelli.«. E ha aggiunto che “è fantastico e mi motiva a continuare”.

Ha dichiarato che “Se guardi la mia carriera negli ultimi 20 anni, il mio livello è alto. Se lo vedi negli ultimi 20, è sorprendente«. Inoltre, ha dichiarato che il suo obiettivo principale è continuare a questo livello: «Lo faccio e continuerò a farlo. Per me è un grande traguardo.

L’ex giocatore del Manchester United E Real Madrid È il capocannoniere di tutti i tempi nel calcio internazionale con128 conquiste. Oltre ad essersi registrato 891 gol in tutta la sua carriera.

Dopo aver preso la decisione di emigrare in un campionato di livello inferiore e vestire la maglia dell’Al Nassr, Ronaldo non abbassa il suo livello e in questa stagione Ha segnato 42 gol in 41 partite in tutte le competizioni.

Per quanto riguarda la possibilità del suo ritiro, ha confermato che non è ancora nei suoi piani e ha sottolineato che “la mia più grande motivazione è continuare«.

«Non è facile essere a questi livelli. Continua a spingere, rimani motivato, vai avanti, segna gol, rimani in forma, competi contro i giovani leoni che arrivano e quando mi affrontano, vogliono dimostrare che sono più forti e più veloci di me. Bisogna essere preparati a giocare bene, non solo fisicamente ma anche mentalmente. Questa è la sfida«ha detto l’attaccante portoghese.

Il cinque volte Pallone d’Oro ha dichiarato quale sia stata la chiave del suo successo al di là del talento: «Il talento senza lavoro non è niente e anche il lavoro senza talento non è niente.«.

Riguardo alla convivenza tra impegno e talento, Ronaldo ha spiegato che “devono lavorare insieme allo stesso tempo. Ho entrambi. Non so se ne ho più dell’uno o dell’altro, i piccoli dettagli fanno la differenza. La coerenza è la cosa più difficile«.

«Sei disposto a farlo? Questo è il punto principale, perché tutti vogliono essere cristiani, ma farlo è difficile. La disciplina è la più complicata“, lui ha indicato.

«A volte combatto la mia mente. Siamo tutti esseri umani. Ovviamente non mi piace andare in palestra tutti i giorni, non piace a nessuno, ma devi farlo«ha concluso la stella portoghese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Stephen Ferry, fotografo del National Geographic, terrà una conferenza gratuita a Ibagué
NEXT la finale sarà a Bogotà