Gli imprecatori crederanno a Michael Cohen? Chiavi della difesa sulla credibilità dei testimoni al processo del silenzio di Trump – The Denver Post

Gli imprecatori crederanno a Michael Cohen? Chiavi della difesa sulla credibilità dei testimoni al processo del silenzio di Trump – The Denver Post
Gli imprecatori crederanno a Michael Cohen? Chiavi della difesa sulla credibilità dei testimoni al processo del silenzio di Trump – The Denver Post

Michael Cohen lascia il suo condominio diretto al tribunale penale di Manhattan a New York, martedì 14 maggio 2024. (AP Photo/Seth Wenig)

Di MICHAEL R. SISAK, JENNIFER PELTZ, MICHELLE L. PRICE e ALANNA DURKIN RICHER (Associated Press)

NEW YORK – Con il caso del pubblico ministero contro Donald Trump che si avvia verso la fine, i loro testimoni chiave torneranno al centro della discussione giovedì mentre gli avvocati della difesa cercheranno di sgretolare la testimonianza cruciale di Michael Cohen che coinvolge l’ex presidente.

Il processo, giunto alla quarta settimana di testimonianze, si sta concludendo a Manhattan con un interrogatorio incrociato della difesa potenzialmente esplosivo di Cohen, la cui credibilità potrebbe determinare il destino del presunto candidato repubblicano alla presidenza nel caso.

Cohen è l’ultimo testimone dei pubblici ministeri – almeno per ora – mentre cercano di dimostrare che Trump ha pianificato di nascondere una storia dannosa che temeva avrebbe silurato la sua campagna presidenziale del 2016 e poi ha falsificato i documenti aziendali per nasconderla.

Dato che non ci si aspetta che la difesa chiami molti – se non nessuno – testimoni, il controinterrogatorio di Cohen è un momento cruciale per la squadra di Trump, che deve convincere i giurati che non si può credere al suo avvocato e faccendiere, un tempo fedele. La difesa ha suggerito che Cohen sia in missione per abbattere l’ex presidente e dirà tutto ciò di cui avrà bisogno per mettere Trump dietro le sbarre.

Per due giorni sul banco dei testimoni, Cohen ha posto Trump direttamente al centro del presunto piano volto a soffocare le storie negative per scongiurare danni alla sua candidatura alla Casa Bianca. Cohen ha detto agli imprecatori che Trump ha promesso di rimborsarlo per i soldi che ha pagato ed è stato costantemente aggiornato sugli sforzi per mettere a tacere le donne che accusavano di aver avuto incontri sessuali con lui. Trump nega le affermazioni delle donne.

Cohen ha anche descritto un incontro in cui dice che lui e Trump hanno discusso con Allen Weisselberg, ex direttore finanziario della Trump Organization, su come i rimborsi per il pagamento di 130.000 dollari di Cohen all’attore porno Stormy Daniels sarebbero stati pagati come servizi legali in rate mensili. Questo è importante perché i pubblici ministeri affermano che i rimborsi sono stati falsamente registrati come spese legali per nascondere il vero scopo dei pagamenti.

Trump, che insiste che l’accusa è un tentativo di silurare la sua campagna per rivendicare la Casa Bianca, dice che i pagamenti a Cohen sono stati correttamente classificati come spese legali perché Cohen era un avvocato. La difesa ha suggerito che stesse cercando di proteggere la sua famiglia, non la sua campagna, soffocando quelle che secondo lui erano affermazioni false e scurrili.

“Il crimine è che stanno seguendo questo caso”, ha detto ai giornalisti giovedì prima di entrare in aula, affiancato da un gruppo di alleati del Congresso che includeva il deputato Matt Gaetz, R-Fla., e il deputato Lauren Boebert, R-Colo. , e il rappresentante Bob Good, R-Va., il presidente dell’estrema destra House Freedom Caucus.

L’ex presidente è stato raggiunto in tribunale negli ultimi giorni da una sfilza di sostenitori conservatori, tra cui alcuni considerati potenziali candidati alla vicepresidenza e altri che aspirano a futuri ruoli amministrativi.

Alcuni deputati repubblicani sono stati costretti a sedersi nell’ultima fila della tribuna perché non c’era abbastanza spazio nella sezione riservata alla difesa.

Cohen ha raccontato ai giurati come la sua vita e il suo rapporto con Trump siano stati sconvolti dopo che l’FBI ha fatto irruzione nel suo ufficio, appartamento e camera d’albergo nel 2018. Trump inizialmente lo ha inondato di affetto sui social media e ha predetto che Cohen non si sarebbe “ribaltato”. Il tono di Trump cambiò quando, mesi dopo, Cohen si dichiarò colpevole delle accuse di finanziamento della campagna federale e lo coinvolse nel piano del silenzio. Trump non è stato accusato di un crimine legato alle indagini federali.

I pubblici ministeri hanno cercato di smorzare gli attacchi della difesa nei confronti del loro testimone chiave inducendolo a riconoscere fin dall’inizio i suoi crimini passati, inclusa la menzogna al Congresso su un progetto immobiliare a Mosca che aveva portato avanti per conto di Trump durante la campagna del 2016 contro la democratica Hillary. Clinton. Cohen ha ammesso sul banco dei testimoni una serie di altre bugie, comprese molte che, secondo lui, miravano a proteggere Trump. Ci si aspetta che la difesa approfitti della sua storia di falsità per mettere in dubbio la sua testimonianza.

L’avvocato difensore Todd Blanche ha iniziato a interrogare Cohen martedì con domande non correlate alle accuse penali ma progettate per dimostrare che Cohen si è rivoltato contro Trump perché voleva fama e vendetta. Blanche ha confrontato Cohen con post profani sui social media, un podcast e libri sull’ex presidente, convincendo Cohen a riconoscere di aver guadagnato milioni di dollari con il suo nuovo personaggio di uno dei critici più feroci di Trump.

Si prevede che gli avvocati della difesa interrogheranno Cohen fino alla fine della giornata di giovedì. L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg ha detto che sospenderà il suo caso una volta che avrà finito di testimoniare, anche se potrebbe avere l’opportunità di chiamare testimoni di confutazione se gli avvocati di Trump presentassero i propri testimoni.

La difesa non è obbligata a chiamare alcun testimone e non è chiaro se gli avvocati lo faranno. Martedì Blanche ha detto al giudice Juan M. Merchan che la difesa potrebbe chiamare un perito e che non si è ancora deciso se Trump prenderà posizione.

In ogni caso, il processo si svolgerà venerdì libero in modo che Trump possa partecipare al diploma di scuola superiore del figlio più giovane, Barron.

___

Richer ha riferito da Washington. Gli scrittori dell’Associated Press Jill Colvin, Jake Offenhartz e Lisa Mascaro hanno contribuito a questo rapporto.

Rimani aggiornato con Colorado Politics iscrivendoti alla nostra newsletter settimanale, The Spot.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Giornata internazionale d’azione per la salute delle donne. Di Macarena Arriagada Belmar, direttrice della Carriera Ostetricia, sede dell’UNAB Viña del Mar.
NEXT Amazonas ospiterà il Regional Innovation Meeting per promuovere i settori produttivi