Gruppo Universitario Acqua – Astrolabio

Gruppo Universitario Acqua – Astrolabio
Gruppo Universitario Acqua – Astrolabio

Abelardo Medellín

Nel mezzo di una delle crisi idriche più gravi che l’entità di Potosí abbia sofferto, le autorità e i gruppi di interesse non hanno dato priorità o risorse alle proposte promosse dall’accademia per affrontare il problema della carenza di acqua potabile, così è stato spiegato da parte dei proponenti e dei soci Gruppo Acqua Universitario del Università Autonoma di San Luis Potosí (UASLP).

Nell’ambito della realizzazione del Terzo Forum statale sull’acqua organizzato dal Facoltà di Scienze Chimiche (FCQ), l’organizzazione accademica istituzionalizzata ha parlato alla stampa delle proposte promosse da giugno 2023 e della necessaria attenzione da parte di enti governativi e gruppi imprenditoriali.

Durante la conferenza stampa, il Dott. Alma Gabriela Palestino Escobedodirettore della FCQ, ha spiegato che il gruppo ha già promosso una serie di progetti e proposte per affrontare la crisi idrica, ma ciò che serve ora sono le risorse fornite dai governi e dai gruppi imprenditoriali.

Secondo Palestino Escobedo, le proposte emerse dal Gruppo Universitario Acqua contemplano sia azioni a lungo termine che azioni a breve termine, che hanno chiesto di essere riviste da vari gruppi, compresi i governi locali, che alla fine non sono riusciti a fare alcun progresso .

“Non vogliamo che rimangano in un lavoro didattico (…), vogliamo che il lavoro aiuti a risolvere i problemi che ha la società, perché non vale la pena lavorare e non siamo riusciti ad attirare l’attenzione delle agenzie governative ,” ha commentato il ricercatore della FCQ.

Palestino Escobedo ha affermato che il prossimo passo per poter applicare questi progetti e proposte è che le camere imprenditoriali e gli enti governativi legati a questi temi “scommettano” su di essi e investano risorse nella loro applicazione.

Da parte sua, il dottore Ma Catalina Alfaro De La Torre Ha spiegato che il motivo principale per cui le autorità non danno seguito alle proposte promosse dall’accademia è che in stagioni come quella attuale, alla vigilia delle elezioni del 2 giugno, i politici non hanno la questione dell’acqua come priorità principale.

“Ci sono diversi fattori per cui a volte una proposta non viene accettata completamente e in alcuni casi ciò è dovuto alla parte politica”, ha aggiunto Alfaro de la Torre.

Da parte sua, il dottore María Isabel Lázaro Báez Di Agenda ambientaleha riferito che attualmente la principale necessità di rafforzare le proposte e le strategie che aiutano a mitigare il problema dell’acqua è quella di ottenere dati accurati e aggiornati sullo stato della crisi idrica.

“La parte fondamentale è aggiornare come siamo nello Stato, tanti dati vengono gestiti, ma alcuni non vengono aggiornati, altri sì, altri no. Questo è ciò che ci porta a presentare alcuni dati da un lato e altri dati dall’altro”, ha aggiunto.

Infine, il dottore Javier Castro Larragoitiadella Facoltà di Ingegneria, ha sottolineato che la questione del sostegno finanziario a questi progetti deve essere considerata a carico del bilancio dello Stato.

“Il Congresso di Stato deve provvedere, nella discussione del bilancio annuale, ad assicurare le risorse necessarie per realizzare gli studi e i lavori, soprattutto opere, che lo Stato richiede, ad assicurare l’accesso all’acqua da parte della comunità (…) perché allo stesso tempo In fin dei conti, se fai una proposta, se non hai le risorse, nessun governo la sosterrà, quelle risorse devono essere garantite ed è un messaggio al legislatore”.

Le proposte accademiche promosse dal Gruppo Universitario dell’Acqua possono essere riviste sul sito ufficiale dell’UASLP attraverso il seguente link: https://www.uaslp.mx/agua/Paginas/Acciones/4955

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV instabilità nella consegna del gas liquefatto
NEXT Quali sono le zone più colpite?