Il governo promuove la consapevolezza sull’ipertensione nella Terra del Fuoco

Il governo promuove la consapevolezza sull’ipertensione nella Terra del Fuoco
Il governo promuove la consapevolezza sull’ipertensione nella Terra del Fuoco

Nell’ambito della “Giornata internazionale dell’alta pressione sanguigna” celebrata ieri, il Ministero provinciale della Sanità ha invitato la popolazione ad adottare abitudini sane per ridurre i tassi di ipertensione.

Un recente rapporto rivela che i centri sanitari della provincia sono riusciti a migliorare il reclutamento di nuovi pazienti ipertesi per seguire i casi.

In Argentina si stima che l’ipertensione colpisca circa 12 milioni di persone. Secondo la quarta Indagine permanente sui fattori di rischio, ci sono 3,8 volte più probabilità di soffrire di ipertensione nella fascia di età dei 65 anni rispetto ai più giovani tra i 18 e i 24 anni.

Nell’ambito di tale data, il Ministero della Salute della Provincia ha invitato la popolazione a sottoporsi al controllo della pressione arteriosa presso i centri sanitari più vicini. Inoltre, questo giovedì sono state organizzate attività di promozione della salute all’ingresso del supermercato La Anónima, sulla riva sud del Río Grande. Sul posto, gli infermieri del CAPS n. 6 hanno invitato i cittadini a misurare la pressione sanguigna e a continuare questi controlli. Nello stesso senso, il CAPS No. 3 di quella città ha tenuto questo venerdì un discorso sull’assistenza sanitaria e la prevenzione dell’ipertensione.

“Come faccio a sapere se sono iperteso?: Misurando periodicamente la pressione sanguigna”, ha detto la dottoressa Verónica Videgain. “L’ipertensione è una malattia cronica che si manifesta quando i valori della pressione arteriosa salgono al di sopra della norma”, ha spiegato, aggiungendo: “L’ipertensione si previene con sane abitudini”.

Un rapporto semestrale realizzato dal Programma provinciale per le malattie cardiovascolari ha rivelato che i centri sanitari della provincia hanno aumentato il numero di pazienti ipertesi controllati tra giugno e dicembre dello scorso anno. Lo studio evidenzia che un aumento dei controlli della pressione arteriosa è correlato a una diminuzione della mortalità per infarto o ictus.

Nella capitale fuegina, i centri sanitari che sono riusciti ad aumentare maggiormente la registrazione di pazienti ipertesi sono il n. 2 di Kuanip 945, il n. 4 di Alem a 2900, il n. 5 di Monte Gallinero, il n. 6 delle 640 case e N. 8 del quartiere Rio Pipo. Nel frattempo, a Río Grande, si è registrato un aumento dei controlli anche al CAPS n. 1 di Thorne Street nel 2000 e al Centro di Assistenza della città di Tolhuin.

L’ipertensione è una malattia prevenibile e controllabile. Per questo, il Ministero provinciale della Sanità ha raccomandato di adottare abitudini sane. In caso di sovrappeso o obesità si consiglia di ridurre il peso corporeo. Si propone inoltre di evitare il consumo di alimenti trasformati e ultraprocessati, principalmente quelli che presentano ottagoni neri. Limitare l’aggiunta di sale durante la preparazione dei pasti e sostituirlo con condimenti di ogni tipo (pepe, prezzemolo, peperoncino, paprika, origano, aglio, limone, ecc.). Non bere bevande alcoliche o ridurre l’assunzione di alcol nei bevitori.

Si consiglia infine di praticare attività fisica: camminare, fare jogging o andare in bicicletta, almeno per 30 minuti e quanti più giorni della settimana possibile e consumare molta frutta e verdura fresca.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo