Le compagnie petrolifere piantano la bandiera nel litio

Le compagnie petrolifere piantano la bandiera nel litio
Le compagnie petrolifere piantano la bandiera nel litio

Il paese, insieme a Cile e Bolivia, costituisce il Triangolo del litio che contengono il 60% delle risorse mondiali, il che pone la regione come una piattaforma regionale per la produzione di litio in tutto il mondo. Nel Paese, queste risorse si trovano nelle province di Jujuy, Salta e Catamarcache rappresentano circa un quarto delle risorse mondiali.

Sebbene nel nord-ovest dell’Argentina (NOA) vi siano attori che hanno una storia marcata nel settore minerario, al litio manca la partecipazione di vecchie conoscenze nell’attività energetica: le compagnie petrolifereS.

A partire dal 2017 si è cominciato a parlare di “Litoneras”, un gioco di parole che mescola litio e petrolio. Al di là del nome, Gli operatori hanno messo piede nell’oro bianco e cercano di accelerare i motori dei loro progetti.

Uno dei primi operatori ad avventurarsi nel settore dei metalli leggeri è stato Pluspetrol. Attraverso la sua controllata Risorsa Liticas è responsabile dei blocchi Arizaro 2, Diablillos, Guayatayoc, Laguna Palar, Pocitos, Río Grande, Salinas Grandes e Jama.

Il progetto più ambizioso è Río Grande, Arizaro e Pocitosdove nell’ultimo anno sono state effettuate più di 30 perforazioni e che si prevede di replicare quest’anno.

Il progetto situato a Salta ha come obiettivo una capacità produttiva di 20.000 tonnellate all’anno il che implicherebbe che la società presenti uno Studio Economico Preliminare (PEA) nei prossimi mesi.

A Salta, Litica ha inaugurato nell’aprile di quest’anno anche il Centro di Ricerca e Sviluppo (R&D) con l’obiettivo di perfezionare i processi minerari, ottimizzare l’uso delle risorse e con lo scopo finale di garantire che le operazioni minerarie siano sempre più pulite, sicure ed efficienti .

Lo sguardo al DLE

Tecpetrol era un’altra società che capitalizzava il suo interesse nel litio. Nell’ottobre dello scorso anno ha annunciato l’acquisto della società Alpha Lithium, il che significava mantenere i pannelli solari nella fase di esplorazione: Dead Man, Arizaro e Tolillar. In quest’ultimo, la società del gruppo Techint prevede di investire 800 milioni di dollari.

La chiave per l’azienda è migliorare le tecniche di estrazione con un minore impatto ambientale, come l’estrazione diretta del litio (DLE), che consuma meno acqua rispetto alle tecniche di evaporazione.

Una chiave per comprendere questa visione è l’implementazione di l’impianto pilota DLE a Olacapato nel 2022. Il progetto ha una capacità produttiva di 25 tonnellate di carbonato di litio equivalente (LCE) per sei mesi e una capacità di lavorazione di 1.200 litri di salamoia all’ora.

“L’impianto è un elemento chiave nella strategia di Tecpetrol poiché avvia il percorso di mitigazione dei rischi tecnologici per il futuro ridimensionamento industriale del settore”, ha sottolineato la società.

Lavoratori minerari di Salar Litio Salta.jpg

Acquisire conoscenze sul litio

YPF Vuole anche diventare un giocatore dei pesi massimi nel metallo leggero. Per questo ha creato l’azienda YPF Litio SA. che ti consentirà di partecipare attivamente allo sviluppo della catena del valore dall’estrazione del litio alla sua produzione finale.

Questa visione è completata dallo sviluppo di piani Y-TECil centro di ricerca che, insieme a CONICET, lavora allo sviluppo di tecnologie per diversi anelli della catena del valore del litio.

YPF Litio e Y-TEC lavorano nei loro laboratori sui materiali attivi per le batterie al litio del futuro e studiano i migliori componenti per sviluppare batterie più efficienti.

Un altro progresso è stato l’accordo di associazione con CAMYEN (Catamarca Minera y Energética Sociedad Del Estado) per lo sviluppo di un progetto esplorativo sul litio su un’area di 20mila ettari situata nella zona di Fiambalá, nel dipartimento di Tinogasta. Questa iniziativa costituisce una pietra miliare per entrambe le società poiché è il primo sviluppo di questo tipo che hanno realizzato..

Nella fase esplorativa, l’obiettivo è identificare il potenziale e il contenuto del litio con pozzi poco profondi per determinare le aree con la maggiore ricchezza attraverso la perforazione di pozzi più profondi e la costruzione di piscine, tra le altre strutture di raccolta e trattamento.

Il ruolo delle aziende di servizi

A questo panorama si aggiunge la partecipazione delle società di servizi. Internazionale di San Antonio (SAI) È uno dei più attivi e a marzo ha completato il trasferimento della sua squadra SAI-397 da Neuquén a Catamarca. L’operazione ha coinvolto una logistica di oltre 2000 km.

L’azienda ha prestato servizio nel campo Futuro Litio 1, che si trova a più di 4.000 metri sul livello del mare e con un clima di grande ampiezza termica. Adattando procedure e istruzioni, innovando e mantenendo le sue migliori pratiche, SAI ha perforato il suo primo pozzo minerario.

Nel mese di aprile sono stati perforati due pozzi e nel mese di maggio è iniziato lo smontaggio dell’attrezzatura per lo spostamento su un terzo pozzo.

Gli operatori hanno già messo piede nel litio. I progetti iniziano a prendere forma sulla base dell’esperienza maturata in oltre 100 anni nel settore degli idrocarburi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo