Questo sabato a Entre Ríos si è celebrata la Giornata Internazionale dei Musei

Questo sabato a Entre Ríos si è celebrata la Giornata Internazionale dei Musei
Questo sabato a Entre Ríos si è celebrata la Giornata Internazionale dei Musei

Nella Plaza General Francisco Ramírez, a Concepción del Uruguay, si è svolto questo sabato il III Incontro Regionale dei Musei, che ha riunito una trentina di istituzioni della regione, tra cui il Museo Provinciale del Disegno e dell’Incisione Artemio Alisio, della stessa città, e il Molino Monumento e Museo Storico Provinciale di Forclaz, nel dipartimento di Colón, entrambi dipendenti dal Ministero della Cultura. Era uno spazio per riflettere sugli assi dell’identità e del patrimonio.

Il Direttore Generale dei Musei e del Patrimonio Culturale della provincia, Carlos Iriarte, ha ringraziato l’invito all’incontro svoltosi a La Historica, organizzato dal Comune e dall’Università Autonoma di Entre Ríos (Uader), e ha portato i saluti del Segretario della Cultura, Fabian Reato. Ha poi sottolineato che l’organizzazione da lui affidata è responsabile di nove musei situati in diverse città di Entre Ríos, che visita e consiglia.

Successivamente ha ricordato che, nel quadro della richiesta di “territorialità della cultura” avanzata dal governatore Rogelio Frigerio, si rivolgono a vari spazi culturali installati nei piccoli centri per consigliarli e accompagnarli, e che ricevono gratitudine dalle loro autorità e dai loro dipendenti. “Abbiamo trovato una risorsa umana che ha mantenuto questi spazi quasi senza soldi, ma con tanta volontà e tanta passione per questo compito, che è importantissimo”, ha constatato.

Poi si è reso conto che stanno lavorando ad un piano di digitalizzazione dei musei di Entre Ríos per poter mostrare la diversità delle manifestazioni culturali che possiede la provincia.

A sua volta, il Direttore Generale della Gestione Culturale, Juan Carlos Meillard, ha commentato che questo piano sarà attuato per tappe. “Digitalizzeremo alcuni musei provinciali e alcuni edifici del patrimonio storico-culturale e le loro collezioni, i loro manufatti”, ha commentato, precisando che conterrà informazioni su ciascuno dei pezzi che compongono il loro patrimonio.

«È un programma che nascerà per continuare a crescere, per poter aggiungere musei comunali, musei regionali e sempre più attrazioni turistico-culturali che possano servirci non solo per dare più accessibilità alla nostra gente perché possa conoscere la nostra patrimonio, ma anche perché sia ​​una grande vetrina per mostrare al mondo le ricchezze che abbiamo a Entre Ríos”, ha concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Manzana è entrato nella casa del Grande Fratello in uno stato congelato e ha dato a Virginia un plettro
NEXT Le università si uniscono per creare uno strumento che misurerà l’autonomia funzionale degli anziani in Cile