Un veterano delle Malvinas di Jujuy è morto giocando a calcio

Un veterano delle Malvinas di Jujuy è morto giocando a calcio
Un veterano delle Malvinas di Jujuy è morto giocando a calcio

Ernesto Juarez

Ernesto Juárez è morto giocando a calcio.

Chi era Ernesto Juárez

Ernesto Juárez è nato il 26 maggio 1963 a Libertador General San Martín. Era un membro dell’equipaggio della petroliera Punta Médanos, dove dimostrò il suo coraggio e la sua dedizione al Paese.

Ha frequentato la scuola primaria presso la scuola Concepción Cicarelli e la scuola secondaria presso l’EET No. 1 “Escolásico Zegada” e la Provincial de Comercio No. 1.

Successivamente si formò presso l’Istituto José Eugenio Tello come professore di Scienze giuridiche e contabili. Ha insegnato come docente di Etica e Formazione alla Cittadinanza.

L’addio a Ernesto Juárez

Amici, compagni di squadra e veterani di guerra condividono i ricordi di Juárez, sottolineando il suo coraggio, il suo impegno per la comunità e il suo amore per lo sport.

La commissione ex-alunni del collegio Santa Teresita ha scritto sui social network:

“Puoi piangere perché se n’è andato, oppure puoi sorridere perché è vissuto.

Puoi chiudere gli occhi e pregare affinché ritorni, oppure puoi aprirli e vedere tutto ciò che ha lasciato dietro di sé; Il tuo cuore può essere vuoto perché non puoi vederlo, oppure può essere pieno dell’amore che hai condiviso.

Puoi piangere, chiudere la mente, sentire il vuoto e voltare le spalle, oppure puoi fare quello che lui vorrebbe: sorridere, aprire gli occhi, amare e continuare.

La vita a volte sembra ingiusta quando comincia a portarci via i nostri affetti e lo è ancora di più quando mancano persone come l’amato Profe Juárez.

Uomo gentile, rispettoso, affettuoso, intelligente, sempre dedito alla sua materia ma soprattutto dedito a far amare ai suoi studenti tutto ciò che insegnava; tifoso del Boca e delle Malvinas…un vero eroe della vita…., calmo ma dal carattere fermo, affettuoso, buon amico…educato, paziente,… così come ognuna delle persone che lo abbiamo conosciuto Sono ore a parlare delle sue qualità ma preferisco chiudere dicendo che era un bravissimo ragazzo e che la sua assenza si farà sentire.

Grazie Profe per i tuoi insegnamenti ma soprattutto per quell’amore e quel rispetto di sempre.

Oggi ci salutiamo dicendoti a presto perché eri una di quelle persone che vorresti sempre rivedere.”.

Unisciti al canale WhatsApp TodoJujuy.com

Ricevi le notizie sul tuo cellulare unendoti al canale WhatsApp di TodoJujuy.com. Inserisci il seguente collegamento: https://whatsapp.com/channel/0029VaQ05Jk6BIErMlCL0v0j

Se vuoi puoi attivare le notifiche.

Copyright © TodoJujuy.com Per favore non tagliare o incollare le nostre note sul sito, hai la possibilità di ridistribuirle utilizzando i nostri strumenti. Diritti d’autore riservati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV 2.000 agenti in uniforme rafforzeranno la sicurezza al festival di Huila
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo