Prigione per sei criminali che hanno derubato case a Cundinamarca e Boyacá

Sei membri dei ‘Los Fantasmas’ furono mandati in prigione perché Hanno derubato case a Cundinamarca e Boyacá. Hanno preso soldi, gioielli e oggetti di valore.

La Procura ha processato sei dei presunti componenti della struttura che sarebbero coinvolti almeno in 10 furti che supererebbero i 60 milioni di pesos.

Dopo aver associato diverse denunce di furti nelle case di Cundinamarca e Boyacáe raccogliendo abbondanti prove, la Procura Generale ha identificato una rete criminale conosciuta come Los Fantasmas, che sarebbe coinvolta in almeno 10 eventi criminali per un valore superiore a 60 milioni di pesos.

Sei persone che facevano parte di questa rete illegale sono state presentate da un procuratore della sezione di Boyacá davanti al giudice di controllo di garanzia e questi li ha accusati di possibile responsabile dei reati di associazione a delinquere e furto qualificato ed aggravato.

Dalle prove raccolte è emerso che gli imputati avrebbero individuato residenze dove si svolgevano celebrazioni o ritrovi sociali e poi, di notte o al mattino presto, entrare in luoghi e rubare denaro, gioielli e altri oggetti di valore.

Su richiesta del pubblico ministero del caso, il giudice del controllo di garanzia ha imposto agli indagati misura detentiva in carcere.

Segui Periodismo Público su Google News.


Iscriviti al nostro canale Whatsapp

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cuba, esordio grigio e tre punti senza giocare – Juventud Rebelde
NEXT Axel con il Papa, Milei con la Meloni