Cosa scoraggia l’uso dell’autobus a Neiva? • La nazione

L’Urban Transportation Survey effettuata da Dane mostra che a Neiva il flusso di passeggeri continua a ridursi ed è inferiore al dato pre-pandemia. Portavoci e consiglieri comunali spiegano le ragioni del calo nell’utilizzo di questo mezzo di trasporto pubblico e le sue conseguenze.

CATERIN MANCOLA

@cate_manchola

Nel primo trimestre dell’anno in corso, il flusso di passeggeri che utilizzano il servizio di trasporto pubblico collettivo a Neiva ha continuato a ridursi: secondo il Dipartimento amministrativo nazionale di statistica (danese), il calo è stato del -4,9%.

In totale, i passeggeri che hanno viaggiato con autobus/minibus/collettivi sono stati poco più di 3,1 milioni (3.154.616), ma nello stesso periodo dello scorso anno se ne erano registrati più di 3,3 milioni (3.315.674).

Il dato è addirittura inferiore a quello registrato nel primo trimestre del 2022 (3,2 milioni) ed è ancora inferiore al numero totale di passeggeri mobilitati nello stesso periodo del 2019, periodo pre-pandemia, quando il flusso salì a 5,7 milioni .

Dall’Urban Transportation Survey condotto da Dane emerge inoltre che la media mensile dei veicoli in servizio è cresciuta da 263 a 269, il che rappresenta un aumento del 2,5%. Tuttavia, prima della pandemia la cifra era più elevata e ammontava a 424 veicoli.

Mentre la media mensile dei veicoli affiliati è scesa da 641 a 632 (-1,4%).

“Vecchio e fatiscente”

Gratiniano Gaona è presidente del Comitato di Azione Comunitaria del Quartiere Antonio Nariño Per i cittadini, i ritardi sono uno dei motivi principali della mancanza di motivazione nell’uso degli autobus. Ha riferito che “l’attesa dell’autobus è estremamente lunga, ci vogliono 20, 30 e anche 40 minuti. Il nostro percorso è il 9 e il 20, presumibilmente ci sono tre 9, ma aspetti e aspetti e nessuno di loro passa.

In questo senso, “a causa del pessimo servizio, sono aumentati i mototaxi”, ha aggiunto; anche se viaggiare in autobus può essere molto più sicuro. «Ti fermi a Comuneros e lì ti danno la tutaina aspettando», ha ribadito. Un altro fattore è il rapporto tra il prezzo del biglietto e la qualità dei veicoli. “Sono già 2.700 dollari e sono gli stessi vecchi carri fatiscenti di sempre, l’unica cosa è che ci hanno messo sopra quell’adesivo ‘Migo'”, ha sottolineato.

“Uno dei fattori principali per cui chi non utilizza i trasporti pubblici è il ritardo che ogni percorso comporta”, ha concordato Noel Ortíz, portavoce del quartiere Eduardo Santos. “Qual è il motivo di questo ritardo? Neiva è stata la ‘huaca’ di molte amministrazioni per quanto riguarda la viabilità, se andate da qui al centro, troverete un sacco di ingorghi dovuti al semplice fatto che ci sono alcune lacune, che rallentano il flusso veicolare.” .

“Qualsiasi percorso che va a nord lungo la Carrera Segunda è un’odissea, non c’è macchina che non venga investita o non si incagli, ci sono due arterie bucate”, ha spiegato.

Ritiene inoltre che i mototaxi abbiano “colpito” i trasporti pubblici, sia collettivi che individuali; Le persone lo preferiscono per il tempo più breve impiegato per raggiungere la destinazione. Inoltre, questo tipo di trasporto informale porta gli utenti al punto in cui è necessario ed è competitivo nei prezzi.

Inoltre a Neiva si sceglie di viaggiare con i vicini, “se hai bisogno di andare al lavoro tutti i giorni, il vicino farà il viaggio per te in moto, è anche sicura e affidabile”.

Allo stesso modo, pensa che dovrebbero essere inclusi nuovi percorsi perché la città ha più quartieri. E anche se ci sono autobus con l’aria condizionata, altri non lo prevedono, “non si sopporta il caldo, quegli autobus stanno diventando obsoleti, la gente non sale e sceglie quello con l’aria condizionata”.

Un sistema finanziariamente morto

“Se cade anche qui a Neiva è chiaramente perché il Sept nella sua fase operativa non fornisce un buon servizio”, ha spiegato l’assessore Lourdes Mateus. Ha sottolineato che da febbraio di quest’anno “molte zone che prima avevano una linea non ne hanno più”, inoltre le fermate erano “mal posizionate” e questo, sommato al ritardo nelle frequenze, fa sì che la gente preferisca il mototaxi o acquista la tua moto.

Il basso flusso di passeggeri mette a repentaglio la sostenibilità finanziaria del nuovo sistema di cui si prevede l’attuazione. Foto: Carlos Urrea.

In mezzo a questo panorama, il lobbista ha insistito sulla componente finanziaria del Sistema strategico di trasporto pubblico – Sett, perché “non esiste ancora un Setp di successo nel Paese, nemmeno uno! Si tratta generalmente di sistemi che nascono finanziariamente morti”, ha affermato.

Per l’assessore Alejandro Serna i mototaxi nascono proprio dall’insoddisfazione degli utenti per il costo e l’efficienza di spostarsi con mezzi sempre più “veloci” e flessibili. “Ciò ha scatenato modelli di mobilità urbana insostenibili a causa dell’elevata dipendenza dalle motociclette. Oggi gli abitanti di Neiva preferiscono spostarsi più in moto che in autobus o in taxi”.

Riflette che, in futuro, “questo ci farà riflettere se scommettere su un sistema di trasporto strategico sia la soluzione adeguata, soprattutto quando in altre città in cui è stato implementato, è finanziariamente insostenibile”.

Secondo la sua visione, quindi, ciò che gli esperti di mobilità e sviluppo urbano dovrebbero chiedersi è se, data la mancanza di pianificazione territoriale e la crescita disordinata della città, “si è pensato a un trasporto dignitoso per i residenti di Neiva?”.

Un’altra sfida è scommettere su mezzi di trasporto rispettosi dell’ambiente.

“L’obiettivo di qualsiasi sistema di trasporto urbano deve essere pensato e progettato per mobilitare le persone e non i veicoli”, ha sottolineato. “Quindi, ciò che dovremmo cercare è massimizzare la capacità di trasporto del sistema in termini di numero di persone che possono essere trasportate all’ora e non la capacità stradale, in termini di numero di veicoli che possono circolare all’ora”, ha aggiunto. .

E infine ha avvertito che “finché non si risolverà questa situazione, continueremo con la congestione stradale e il lungo viaggio da un punto cardinale all’altro, senza dimenticare, tra le altre difficoltà, l’aumento degli incidenti”.

In assenza di occupazione: la ricerca

L’ex sindaco e consigliere comunale di Neiva, Héctor Javier Osorio aggiunge un altro fattore e cioè l’aumento della disoccupazione a Neiva; “che ha come aggravante la mancata circolazione della spesa pubblica per lavori e servizi in città nel primo trimestre”, ha osservato.

Per il lobbista, a causa della mancanza di opportunità di lavoro, c’è stato un aumento dei moto-taxi, così come del servizio di auto private come i taxi, e del servizio di mobilitazione di gruppi di autovetture per i tour. Questo “è ciò che incide sulla diminuzione dei passeggeri nel sistema di trasporto pubblico”.

Di conseguenza, per recuperare finanziariamente il mese di settembre è necessario, “oltre ad accelerare gli investimenti e i programmi di cofinanziamento intergovernativo per generare occupazione e ridurre gli sprechi, rafforzare il Fondo di stabilizzazione tariffaria”.

Ha ricordato che questo Fondo prevede fonti come la soprattassa o l’imposta sulla proprietà.

Cosa scoraggia l'uso dell'autobus a Neiva? 820 maggio 2024Cosa scoraggia l'uso dell'autobus a Neiva? 820 maggio 2024
Tempo e prezzi sono la principale competizione che ha oggi il sistema di trasporto pubblico collettivo.

Infine, ha annunciato che oggi, lunedì, si spera che, nell’ultima udienza pubblica per analizzare e discutere il Piano di Sviluppo Comunale, il nuovo direttore della Sept stabilisca la posizione del governo municipale per entrare nel rispettivo dibattito.

Il sindaco di Neiva Geman Casagua prevede di contrarre tre debiti per il comune durante il quadriennio, il primo dei quali è proprio un prestito di 30 miliardi di dollari per iniettare denaro nel Setp.

Si tratta di soldi che il Comune deve trasferirti per far sì che il Ministero sblocchi un’altra somma più alta.

Da sabato LA NACIÓN ha provato a contattare il responsabile del Setp attraverso l’area stampa del sindaco, ma non è stato possibile.

È così che è diminuito il flusso di passeggeri sugli autobus di Neiva

Primo trimestre

Anno Passeggeri totali
2019 5.754.770
2020 4.742. 263
2021 2.351.912
2022 3.264.355
2023 3.315.674
2024 3.154.616

Fonte: danese. Creazione: LA NAZIONE.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Allerta per forti temporali e grandinate a Buenos Aires