Due posizioni, sicuramente, molto coincidenti

Il presidente di ARAG-ASAJA, Eduardo Pérez, e il segretario generale dell’organizzazione, Igor Fonseca, hanno consegnato ai portavoce dei gruppi parlamentari della Rioja un documento che contiene più di 20 misure a favore della ripresa del settore primario.

Il mondo del vino a sorsi
Articolo di opinione. Testo: Antonio Egido

Eduardo Pérez Hoces, l’attuale presidente del sindacato ARAG-Asaja, ha lanciato qualche giorno fa un Tribune sul quotidiano La Rioja, ricordando la conversazione avuta con un agricoltore, sui tempi passati e su come sono oggi gli agricoltori, affermando che questi giorni sono “tempi difficili”. E fa un confronto con diverse città e anche con l’Europa comunitaria, sottolineando che “la situazione affrontata da agricoltori e allevatori in questo momento è chiaramente allarmante”, sottolineando che “dopo diversi anni di aumento dei prezzi per tutti i beni di produzione come sementi, mangimi , fertilizzanti e carburanti e con prezzi di vendita che non consentono il trasferimento dei costi. “Siamo al limite”

Ha un impatto speciale anche sulla Politica Agraria Comune, che “ci sta annegando”, poiché ha molta burocrazia e rivendicazioni ambientali, che “si basano su un paradigma ambientale completamente ideologizzato”. Fissata al 9 giugno, quando si terranno le elezioni del Parlamento Europeo, affinché i politici possano davvero impegnarsi per il futuro dell’agricoltura, sottolineando in particolare: riformare la PAC, semplificandola ed eliminando la burocrazia che continua ad essere una tassa nascosta per agricoltori; esigere il rigoroso rispetto degli accordi commerciali con i paesi terzi; Non può essere che ci soffocano con i divieti e poi spalancano le porte a prodotti provenienti da paesi terzi che non soddisfano nemmeno in minima parte tali requisiti; legiferare e garantire prezzi equi per le campagne affinché la legge sulla catena alimentare sia rispettata una volta per tutte o investire in infrastrutture idrauliche che ci permettano di ottimizzare le risorse di cui disponiamo, il che sottolinea che la siccità che attraversano le campagne è disastroso .

Sottolineando in definitiva che il ricambio generazionale deve essere assicurato con reali misure di sostegno, privilegiando i giovani nella concessione di aiuti, bonus economici e proposte fiscali e garantendo che le assicurazioni agricole coprano i fabbisogni delle aziende agricole e che siano davvero uno strumento utile per di fronte ai disastri meteorologici sempre più frequenti, affinché gli agricoltori “ci lascino fare ciò che sappiamo fare meglio: prenderci cura della terra, coltivare e produrre cibo di qualità”.

E anche Emilio Barco ha lanciato un editoriale su questo stesso giornale in occasione della festa di San Isidro, sottolineando che coloro che vivono della vigna “stanno attraversando anni brutti perché pagano poco l’uva e il vino”, indicando che “meno vino viene venduto.” e sottolineando che “il nuovo anno non promette bene”.

Poi lancia le sue proposte che potranno essere accettate o meno dagli agricoltori di questa Comunità e di altre, che sono principalmente: “conoscenza”, alla quale si aggiunge il buon senso, “in questa società moderna così insignificante e globale”. Gli sembra che non abbiano successo quando cercano di incoraggiare il bere; che non sanno se la crisi che stanno attraversando è temporanea o strutturale e che non sanno che devono continuare a investire denaro pubblico in un settore, e non affidarsi – con la loro reticenza – alle “preghiere che un tempo si recitavano in diversi città della nostra comunità.” Ma sottolineando che, nonostante i loro consigli, insegnamenti e teorie, “nessun modo, me lo hanno fatto in quarant’anni”. Abbiamo quindi perso molti anni, indicando che “tutto è per la ricerca applicata e condivisa (con perdono dell’Università)”.

Due denunce, una basata sulle elezioni dei parlamentari della Comunità Europea – da cui emanano tutte le leggi che vengono poi applicate da ciascuno dei 27 paesi che attualmente lo confermano – e un’altra basata sui loro studi e indagini con studi monografici sulla questione evoluzione della Denominazione di Origine Rioja. Due posizioni coincidenti?

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter. Clicca qui!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A Villanueva, La Guajira, un anziano è morto dopo essere stato attaccato da un pitbull, l’animale è stato sacrificato
NEXT Atto provinciale celebrato a Guantánamo in occasione della Giornata Mondiale del Donatore (Foto) – Radio Guantánamo