Gli insegnanti di Jujuy saranno i protagonisti di una nuova fiaccolata: Jujuy

Gli insegnanti di Jujuy saranno i protagonisti di una nuova fiaccolata: Jujuy
Gli insegnanti di Jujuy saranno i protagonisti di una nuova fiaccolata: Jujuy

20/05/2024. Si svolgerà mercoledì, giornata nella quale anche i docenti universitari effettueranno uno sciopero. Senza un bilancio aggiornato, la rimozione del FONID e la proposta di stipendio insufficiente a Jujuy, le ragioni della mobilitazione

Senza aggiornare il bilancio dell’università, il sindacato ADIUNJu ha indetto questo mercoledì una nuova fiaccolata, alla quale ha aderito il CEDEMS a causa della proposta salariale insufficiente avanzata dal governo di Jujuy.

Gli insegnanti di livello superiore hanno esposto la situazione critica che stanno attraversando perché l’Esecutivo nazionale persiste nel mantenere i fondi per gli istituti di istruzione superiore nel bilancio 2023, incidendo così non solo sugli stipendi, ma anche sulle risorse per il mantenimento delle università.

Allo stesso modo, la rimozione del FONID è un altro dei punti per i quali l’ADIUNJu ha chiamato a manifestare nella capitale Jujuy un mese dopo la massiccia marcia universitaria federale.

L’appello è stato lanciato quindi questo mercoledì alle 18, in Plaza Belgrano, giorno in cui si osserverà anche lo stop delle attività.

Tuttavia, la marcia non avrà tra le sue fila solo gli insegnanti dell’UNJu, il CEDEMS si è piegato al richiamo della manifestazione.

Il sindacato degli insegnanti del livello secondario ha deciso sabato scorso di rispettare il provvedimento di protesta contro l’offerta salariale insufficiente avanzata dal governo Sadir, che ha aumentato l’aumento degli stipendi per maggio dall’8% al 10%, cosa che secondo loro non è soddisfare le aspettative del settore didattico medio.

Il CEDEMS, come gli altri sindacati statali, si aspetta che l’esecutivo prenda come esempio di stipendio base il costo del paniere di base totale. Con l’aumento di maggio, lo stipendio di un insegnante appena iniziato – cioè senza anzianità – ammonterà appena a 230mila pesos, ben lontano dai 775mila pesos che tale paniere rappresentava ai valori di aprile.

Di fronte a quella che considerano insufficiente, la stessa posizione adottata dall’ADEP, il CEDEMS ha accettato l’indizione della fiaccolata, oltre ad organizzare un “manifesto patriottico” il 25 maggio.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Jorge Luis Pinto torna all’Unión Magdalena con l’obiettivo di elevarlo in A
NEXT I blocchi a La Guajira aumentano la crisi sociale; Le perdite superano i 7.000 milioni di dollari nel settore minerario