il fiume atmosferico si unisce al sistema frontale sul Cile per lasciare una settimana di abbondanti piogge

Il sistema annunciato sta già agendo sul Paese e attende il contributo di un fiume atmosferico che continuerà a piovere e nevicare, tra Atacama e la Patagonia.

Viviana Urbina

Viviana Urbina 20/05/2024 06:05 8 minuti

Come abbiamo già annunciato in Meteored, il file sistema frontale previsto per il fine settimana arrivato domenica scorsa 19, che colpisce con precipitazioni in Patagonia e nel sud del Cile.

Adesso il sistema già lo prevede piogge al centro sudmentre ci dirigiamo più a nord dove sarà accoppiato ad un fiume atmosferico Lasciare forte nevicata nella zona montuosa e diversi giorni di precipitazioni sul centro-nord e sul nord del paese.

Il tempo in Cile la prossima settimana: il freddo si attenua e nella zona centrale arrivano abbondanti piogge e nevicate

Il tempo in Cile la prossima settimana: il freddo si attenua e nella zona centrale arrivano abbondanti piogge e nevicate

Nella zona meridionale, il postfrontale è già attivocon un ciclone che si avvicina al continente, abbinato ad una bassa segregazioneA. Questo binomio lascerà la possibilità di temporali e grandine su settori del sud del Cile durante il suo passaggio.

pressione, precipitazioni e nubi previste dal modello ECMWF
La bassa pressione attraverserà il Cile meridionale questo lunedì, lasciando spazio a temporali sul Cile meridionale, almeno fino alla mattina di martedì 21 maggio.

Il reddito di questo centro di bassa pressione avverrà nel corso della giornata di questo lunedì, in estensione i suoi effetti fino alla mattina di martedì 21 maggio. Le regioni che potrebbero essere interessate dalla tempeste elettriche sono i Biobío, La Araucanía, Los Ríos, Los Lagos e anche la sezione settentrionale del Regione di Aysen.

Nelle prime ore di martedì si registrano le possibilità tempeste elettriche È ridotto ail settore costiero delle regioni di La Araucanía, Los Ríos e Los Lagocosì come settore montano di queste regioni.

Il sistema frontale e il fiume atmosferico lasciano diversi giorni di precipitazioni sul centro-nord e sul nord del Cile

Almeno fino a giovedì (23) si registrerebbero precipitazioni associato a questo sistema frontale che avanza verso il centro nord del Paese, dove ha apportato nuvolosità già dal primo mattino.

A favorire il fenomeno saranno le alte pressioni che si localizzeranno nella zona meridionaleIl fronte si muove quasi perpendicolarmente attraverso le regioni da Atacama a O’Higginsdove le precipitazioni si concentreranno a partire da martedì pomeriggio.

fiume atmosferico che arriva in Cile
L’esteso fiume atmosferico attraverserà il paese nella zona centrale. Le precipitazioni più abbondanti si concentreranno sulla catena montuosa e sulle zone pedemontane.

IL piogge più abbondanti sulla costa e sulle valli dal centro nord sono previsti tra le tBrucia e questo lunedì seramentre nei prossimi giorni i fenomeni si concentreranno sul zona montana. Ciò non significa che le precipitazioni sulla costa e sulle valli cesseranno del tutto, ma la loro intensità diminuirà notevolmente.

Si prevede che il Ci temporali di pioggia avanzeranno sulla regione di Coquimbo a partire da questo lunedì notte. Cadranno però solo nella parte meridionale della regione. Già la zona montana rimarrà con abbondanti nevicate nei prossimi giorni.

precipitazioni accumulate secondo i modelli ECMWF e GFS
Nel corso dell’intero evento potrebbero accumularsi più di 100 mm in alcuni settori della zona centrale del Paese. Le precipitazioni saranno comunque più abbondanti sui settori montani e pedemontani.

I settori della Cordigliera della zona centrale e settentrionale possono accumularsi fino a 1 metro di neve nel corso dell’intero evento di precipitazioni, che dureranno fino a giovedì prossimo.

Arriva una seconda ondata di precipitazioni

Il modello ECMWF, che utilizziamo come riferimento in Meteored per preparare le nostre previsioni, progetti un secondo impulso di precipitazioni sul centro nord e piccolo nord a partire dall’alba di mercoledì 22.

Secondo i dati dei modelli ECMWF e GFS le precipitazioni potrebbero aumentare più di 100 mm di pioggia su Santiago durante l’intero evento piovosoche si svolgerà da lunedì 20 maggio a giovedì 23 maggio.

Questo impulso di precipitazioni previsto se ne andrà rovesci di pioggia anche nella parte settentrionale di Coquimbocosì come in settori interni della Regione di Valparaíso e anche sulla capitale. Sono previsti rovesci anche su settori dell’ Atacamacome Copiapó e Vallenar, dove si accumulerebbero da 1 a 5 mm.

Isoterma zero alto o basso?

Una delle domande quando il arrivo di un fiume atmosferico al Cile Dipende se sarà accompagnato o meno da un’isoterma zero elevata, soprattutto dopo gli eventi di pioggia estrema verificatisi nel 2023 che hanno allagato vari settori della zona centrale del Cile.

livello di neve previsto
L’ingresso di aria fredda abbasserà l’isoterma di zero gradi nella zona centrale del Cile fino a 1.800 metri.

SU zona montana dal centro del Paese, settore che resterà interessato dalle precipitazioni per diversi giorni, l’isoterma di zero gradi discenderà dal da 2.700 a 1.800-2.000 m con l’avanzata della massa d’aria fredda a partire da mercoledì (22). Questa condizione ti consentirà di registrarti nevicate alle quote superiori a tale quota.

Climatologicamente, l’isoterma zero si trova tra 3.000 e 3.600 m sopra la zona centrale nel mese di maggio, secondo i dati della Direzione Meteorologica Cilena.

Pertanto, le precipitazioni si verificherebbero nella zona centrale con un’altezza isoterma normale per quel momento e pari condizioni inferiori alla media. Bisogna però tenere presente che le nevicate passate si sono registrate nei settori bassi, in settori dove ora si registrano precipitazioni liquide.

C’è il pericolo di traslochi di massa?

Secondo i dati SERNAGEOMIN, diffusi da SENAPRED nei vari avvisi preventivi emessi per le aree che saranno interessate dalle precipitazioni, il possibilità di rimozioni di massa nel zona montana del Regione metropolitana e O’Higgins è altomentre nella catena montuosa costiera e nelle valli longitudinali, in entrambe le regioni, è moderato.

Nel Bio-bioregionela possibilità di rimozioni di massa è moderato sulla valle longitudinale e sulle collinementre nelle zone montane delle Ande, del litorale e della costa di quella regione la possibilità è bassa.

Fonti e riferimenti della notizia:
SENAPRED, Avvisi.
Direzione Meteorologica del Cile, Climatologia e andamento dell’Isoterma Zero.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cubana offre una ricompensa a chi ritrova l’animale domestico smarrito di suo figlio a Guantánamo
NEXT È così che è crollato un edificio in demolizione a Tucumán