Entità di Argentina e Paraguay firmano un accordo per promuovere la commercializzazione di semi di soia senza deforestazione nell’Unione Europea

Entità di Argentina e Paraguay firmano un accordo per promuovere la commercializzazione di semi di soia senza deforestazione nell’Unione Europea
Entità di Argentina e Paraguay firmano un accordo per promuovere la commercializzazione di semi di soia senza deforestazione nell’Unione Europea

Enti del settore privato del Paraguay e dell’Argentina hanno firmato un accordo formale per lavorare insieme e promuovere la commercializzazione di semi di soia senza deforestazione, a partire dal 1° gennaio 2025. L’obiettivo principale di questo impegno è generare gli strumenti necessari per certificare la tracciabilità della produzione di Semi di soia paraguaiani e conformi agli standard ambientali stabiliti dal Regolamento 2023/1115 dell’Unione Europea.

Dopo un anno di lavoro, CIARA-CEC (Camera dell’Industria Petrolifera della Repubblica Argentina e Centro Esportatori di Cereali); l’Unione delle corporazioni di produzione (UGP), la Federazione delle cooperative di produzione, la Camera paraguaiana degli esportatori e dei commercianti di cereali e semi oleosi (CAPECO) e la Camera paraguaiana dei trasformatori di semi oleosi e cereali (CAPPRO), tutte entità del Paraguay, hanno firmato un impegno quadro di lavoro congiunto. Questo accordo mira a stabilire le condizioni per la conformità e la verifica della soia paraguaiana priva di deforestazione a partire dal 1 gennaio 2025.

Il protocollo d’intesa intersindacale firmato il 16 maggio si inserisce nel contesto del Decreto 1541/2024 e della Risoluzione numero 368/2024 del MIC – Ministero dell’Industria e del Commercio del Paraguay – per promuovere sistemi di adesione volontaria che consentano, sulla base di La legislazione paraguaiana, dimostra la sostenibilità della sua produzione e soddisfa le richieste dei mercati internazionali.

L’accordo firmato da CIARA-CEC e gli enti della filiera agroindustriale del Paraguay estabilisce misure concrete per sviluppare un sistema unico di gestione e tracciabilità della soia in Paraguay equivalente al ViSeC in Argentina, nonché il collegamento tra le due piattaforme per rendere più efficiente la documentazione di esportazione dal Paraguay. Sulla base di questo impegno, iniziano i lavori per la fase di attuazione che avrà luogo tra maggio e dicembre di quest’anno affinché tutta la soia paraguaiana sottoposta ad ammissione temporanea per la lavorazione e la successiva esportazione sia esente da deforestazione.

L’impegno tra Paraguay e Argentina è in linea anche con gli sforzi congiunti con l’Unione Europea per garantire che la produzione e le esportazioni di soia da entrambi i paesi siano conformi al Regolamento 2023/1115 dell’Unione Europea. A partire dal 30 dicembre 2024, tale Regolamento vieta l’introduzione nel mercato europeo di prodotti che contengono o sono stati ottenuti utilizzando soia associata alla deforestazione. Questo accordo non solo rafforza la cooperazione regionale, ma garantisce anche che entrambi i paesi possano continuare ad essere fornitori affidabili nel mercato europeo secondo i nuovi standard ambientali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo