La Corte Costituzionale ordina protezione per 900 famiglie contadine di Miraflores, Guaviare, per inosservanza del PNIS

La Corte Costituzionale ordina protezione per 900 famiglie contadine di Miraflores, Guaviare, per inosservanza del PNIS
La Corte Costituzionale ordina protezione per 900 famiglie contadine di Miraflores, Guaviare, per inosservanza del PNIS

Bogotá, 14 maggio 2024 – Dopo aver dimostrato l’inosservanza per più di sei anni del Programma nazionale di sostituzione delle colture illecite -PNIS- da parte della Direzione per la sostituzione delle colture illecite -DSCI-, la Corte Costituzionale ha tutelato i diritti fondamentali al giusto processo, partecipazione, minimo vitale e alimentazione di oltre 900 famiglie contadine nel comune di Miraflores, Guaviare.pre

Grazie alla resistenza dei contadini del comune di Miraflores, che nonostante le enormi difficoltà che stanno vivendo a causa del mancato rispetto del Programma di Sostituzione, hanno deciso di evidenziare le violazioni dei loro diritti fondamentali in questa azione giudiziaria e in diversi media. , insistendo sul fatto che hanno realizzato la Pace. Ciò è stato confermato dalla Corte Costituzionale quando lo ha indicato

“I diversi governi al potere, dalla firma degli accordi per la costruzione della pace, hanno violato i diritti fondamentali al minimo di base e al cibo per i nuclei familiari non rispettando ciascuna delle componenti del Comprehensive Care Program (PAI) ).”

Come stipulato nell’Accordo Finale per la Pace e nell’Accordo di Sostituzione Collettiva, l’obiettivo del PAI era quello di garantire che le comunità che avevano optato per la sostituzione senza reimpianto avessero accesso a risorse e progetti produttivi per coprire i loro bisogni di base. La mancanza di erogazioni, forniture di input e servizi di Assistenza Tecnica Integrale (ATI), come previsto dall’accordo, ha comportato la perdita di reddito per i nuclei familiari di coltivatori, non coltivatori e raccoglitori che hanno sradicato le colture e hanno deciso di non tornare in seminare. Nonostante ciò, non hanno ricevuto il sostegno statale necessario per soddisfare i loro bisogni primari.

Allo stesso modo, ha ritenuto che i diritti fondamentali al giusto processo amministrativo e alla partecipazione fossero violati, perché:

(i) non ha rispettato la regola della gerarchia e della sequenzialità nei mezzi di eradicazione delle colture per uso illecito;

(ii) ha negato ingiustificatamente l’inclusione di alcune famiglie nel Programma Nazionale Integrativo per la Sostituzione delle Colture Illecite (PNIS), nonostante abbiano espresso la volontà di sostituire anziché reimpiantare,

(iii) non ha fornito copia dei moduli individuali di collegamento alle famiglie iscritte nel PNIS,

(iv) ha ignorato gli obblighi previsti dal Contratto Collettivo di Sostituzione e non ha rispettato gli impegni ivi stabiliti,

(v) non ha effettuato un processo di partecipazione e consultazione per determinare le modalità di sottoscrizione dei Contratti di Sviluppo con Approccio Territoriale (CDUS),

(vi) ha fornito informazioni inesatte e persino false sui termini, i requisiti e le conseguenze di tali contratti,

(vii) non ha rispettato le garanzie minime del giusto iter amministrativo nelle procedure di sospensione, revoca e cessazione dei benefici.

“Il riconoscimento e le ordinanze emesse dalla Corte Costituzionale sono della massima importanza poiché consentono di procedere nel rispetto di quanto concordato sulla politica sulla droga nell’Accordo di pace finale. Allo stesso modo, lascia una testimonianza storica del rispetto degli impegni assunti da parte dei contadini coltivatori di coca”. Lo ha affermato Rosa Mateus, legale di Cajar, organizzazione che difende i contadini della regione.

Dal Collettivo di Avvocati José Alvear Restrepo, celebrano l’adozione di queste misure giudiziarie che riconoscono il rispetto degli Accordi di Sostituzione da parte dei contadini ed evidenziano la gravità del mancato rispetto e i cambiamenti che sono stati avanzati senza consultare la Roadmap per l’attuazione degli il PNIS.

https://www.corteconstitucional.gov.co/relatoria/202

4/T-146-24.htm

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il ministro Montes fa il punto sui danni alle case causati dalla tempesta e annuncia una perizia su una dolina a Viña del Mar – G5noticias
NEXT Colombia, tra le prime 3 a livello mondiale per l’accoglienza di migranti e sfollati interni nel 2023