Il trasferimento di Arcángel al Córdoba CF potrebbe chiudersi in tre mesi

Il trasferimento di Arcángel al Córdoba CF potrebbe chiudersi in tre mesi
Il trasferimento di Arcángel al Córdoba CF potrebbe chiudersi in tre mesi

Il Córdoba CF ha confermato la scorsa settimana che parteciperà al trasferimento d’uso dello stadio municipale El Arcángel, con l’obiettivo di completare finalmente il trasferimento formale e legale dello stadio pubblico all’ente privato dopo decenni di utilizzo dello stadio. recinzione precaria. D’altra parte, questa settimana è stato confermato che Córdoba lo è l’unico che ha presentato la sua offerta quindi il trasferimento è prossimo alla finalizzazione. Un piccolo passo in 30 anni, anche se nella mente di Córdoba c’è ancora il megaprogetto di riforma di El Arcángel e dei suoi dintorni.

Il sindaco di Córdoba, José María Bellido, ha dichiarato martedì che spera che si risolva il trasferimento dello stadio. tra circa tre mesi. Trattandosi di una sola offerta (quella del Córdoba CF), l’iter non subirà ritardi e presto il club potrà usufruire della struttura comunale con la documentazione in regola. Da parte sua, l’amministratore delegato del club. Antonio Fernández Monterrubio ha confermato che «abbiamo completato la procedura amministrativa e abbiamo presentato la nostra offerta, capiamo che abbiamo tutti i requisiti, ma logicamente ora tocca al Comune dare il premio.

Pertanto, il leader sivigliano ha riconosciuto che “stiamo assistendo a diverse azioni sul piano commerciale, perché fino ad ora la situazione surreale che abbiamo avuto con lo stadio non ci ha permesso di realizzare queste azioni”. Monterrubio ha aggiunto anche che “dobbiamo impegnarci alcune emergenze di manutenzione dell’impianto, lo vedete tutti quando andate allo stadio. “Per quanto possibile e ogni stagione dedicheremo alcuni resti a questa manutenzione.”

La Città dello Sport, priorità

Ha anche chiarito la sua idea di Città dello Sport. Monterrubio ha assicurato che “stiamo studiando diverse possibilità, ma al momento non abbiamo alcuna decisione in merito. La tabella di marcia era regolarizzare la situazione dell’Arcangelo, lavorare in parallelo il futuro progetto dello stadio perché è ovvio che ha bisogno di grandi investimenti, non solo di restyling o di piccoli lavori da realizzare rapidamente su alcune questioni di sicurezza che sono necessarie.

Poi «lavoreremo sul tema della Città dello Sport. Per me è una priorità, dal mio punto di vista ha un impatto diretto sul risultato sportivo, non solo della prima squadra ma anche nelle categorie inferioridella nostra accademia e penso che anche lì abbiamo un lungo percorso di miglioramento.

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questi sono i migliori panorami per le famiglie
NEXT Ha 2.000 anni: il vino “liquido” più antico del mondo è stato scoperto in Spagna