La Commissione per la Gestione Ambientale si è occupata della produzione agroecologica

Questo lunedì, sotto la presidenza del consigliere Mauricio Romero di Hacemos Unidos por Córdoba, il Commissione per la Gestione Ambientale e la Sostenibilità del Consiglio Deliberativo di Córdoba.

Ha trattato il promozione della produzione e commercializzazione di prodotti agroecologici nella zona di questa capitale.

L’iniziativa mira a promuovere la produzione e la commercializzazione di prodotti agroecologici in città. Si riferisce espressamente agli alimenti sviluppati con sistemi produttivi che consentire una migliore conservazione dell’ambiente e della biodiversitàche non utilizzano organismi geneticamente modificati o prodotti agrochimici e che promuovono l’economia circolare e solidale.

All’incontro hanno partecipato funzionari comunali e provinciali, nonché rappresentanti delle organizzazioni sociali.

La voce delle fiere e dei soci cooperativi

Javiera Araneda, della Fiera Agroecologica Alberdi, ha valutato il Progetto come un modo per “rendere visibile e legittimare” il lavoro del quartiere fieristico, che nel loro caso risale a 4 anni fa. “Il nostro obiettivo è portare cibi agroecologici nei quartieri della città”, ha affermato.

Da parte sua, Ivan Fernández, della Cooperativa Macollando, concentrato sulla produzione orticola e sui prodotti a valore aggiunto (spaghetti secchi, polenta), ha sottolineato che la rete agroecologica “sta crescendo e siamo nel momento migliore per sostenere questo lavoro da lo stato”.

Ha spiegato che la Fiera Agroecologica di Córdoba è gestita con il Sistema di Garanzia Partecipativa (SPG), che permette di “convalidare i processi produttivi” e di dare garanzie ai consumatori sull’origine di ciò che consumano. “L’ordinanza comunale deve avere un SPG”, ha suggerito.

Funzionari comunali e provinciali

Augusto Zárate, Direttore Generale delle Nuove Economie del Comune di Córdoba, ha evidenziato la necessità di disporre di regolamenti comunali per sostenere le politiche pubbliche rivolte ai produttori agroecologici.

Nello stesso senso, Damián Rojas, del Ministero della Bioagroindustria di Córdoba, ha proposto che l’ordinanza miri a “creare valore culturale riguardo ai benefici degli alimenti agroecologici e garantire il controllo della qualità alimentare di questi prodotti”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gardis partecipa a Cubaindustria 2024
NEXT I lavori di risanamento stradale a Cesar avanzano del 53%