Polemiche dopo la decisione di curare ex Farc all’Ospedale Militare Centrale

Da parte sua, il Ministro della Difesa, Ivan Velásquez, ha rivolto un appello alla solidarietà ai veterani, annunciando che l’accordo è stato firmato”tra il Ministero della Difesa, MinSalud e il Peace Fund, per prendersi cura dei disabili che necessitano di protesi nel loro processo di riabilitazione”.

Tuttavia, la possibilità che ex membri delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc) ricevano cure presso l’Ospedale Militare, Ciò ha scatenato il rifiuto dei membri della CGA, che nella loro dichiarazione hanno espresso preoccupazione e “rigetto assoluto della recente decisione del governo”.

Nella lettera lo hanno assicurato anche i veterani “L’Ospedale Militare Centrale di Bogotà è già spesso al massimo delle sue capacità, prendendosi cura dei nostri eroi militari e delle loro famiglie, “che hanno difeso e protetto il nostro Paese con coraggio e sacrificio.”

La decisione del governo di includere i smobilitati nell’elenco dei pazienti del centro medico, risponde al punto tre dell’accordo di pace, firmato nel novembre 2016, dove si è convenuto di offrire un’assistenza completa alle parti coinvolte nel conflitto.

Ivan Velásquez ha sottolineato che nel 2018, attraverso la Politica Nazionale per il Reinserimento Sociale ed Economico degli ex membri delle FARC, È stata stabilita la necessità di fornire supporto alle persone con disabilità per la loro adeguata riabilitazione.


#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV [Minuto a Minuto] Il presidente Boric visiterà Curanilahue questo martedì
NEXT I ministri degli Esteri di Russia e Cuba si incontreranno a Mosca