Il mistero del berretto di Petro è risolto: appare senza e rivela la sua protesi per capelli

Il mistero del berretto di Petro è risolto: appare senza e rivela la sua protesi per capelli
Il mistero del berretto di Petro è risolto: appare senza e rivela la sua protesi per capelli

Il mistero del berretto del presidente Gustavo Petro è risolto. Martedì, per la prima volta in due mesi, dalla fine di marzo, il capo dello Stato è apparso in pubblico a capo scoperto. Lo ha fatto alla cerimonia di insediamento del Cancelliere Luis Gilberto Murillo, alla quale ha partecipato indossando una maglietta quadrata rossa, una felpa nera e, ovviamente, senza la sua già iconica berretto presidenziale. La testa del presidente sembrava cambiata rispetto all’ultima volta che lo aveva visto. Secondo quanto riferito a questo giornale da una fonte vicina alla Presidenza e secondo quanto concordato da tre chirurghi in interviste separate, la spiegazione è chiara: Petro ha aggiunto i capelli.

Questo è ciò che sostiene la dottoressa Mónica Jiménez Baquero, dopo aver esaminato diverse foto ufficiali di Petro scattate questo martedì. Il medico estetico, maestro in impianti di capelli e direttore della clinica HIC Capilar di Bogotà, è deciso: “È abbastanza chiaro che è stato fatto un impianto di capelli”. Spiega che il presidente “ha una linea del fronte ben definita che prima non aveva”. E aggiunge che «l’ombra dell’impianto si osserva nella zona A (regione frontale)»: «Da quello che vedo, potrebbero essere passati circa due mesi da quando è stato eseguito l’impianto dei capelli». Secondo l’esperto, dopo questa procedura il paziente dovrà utilizzare mezzi fisici di protezione dal sole, come ad esempio una cuffia.

Il presidente Gustavo Petro in diversi momenti dell’ultimo mese con il suo berretto.EL PAÍS / Agenzie

Juliana Sánchez, chirurgo specializzato in trapianti di capelli, è d’accordo con il suo collega. “Secondo le foto potrebbe far pensare ad un trapianto di capelli”, sostiene. Dice che ci sono molteplici fattori che gli fanno pensare che Petro abbia subito questa procedura. Nota che il presidente mostra un leggero rossore sulla sommità della testa, “come se stesse guarendo”. Inoltre, sottolinea che la crescita dei peli sulla parte superiore “è molto diversa” da quella sulla parte posteriore e sui lati. “Questo può accadere anche dopo un trapianto di capelli”, spiega.

La dottoressa Lina Triana, che ha 20 anni di esperienza in questo campo, è d’accordo. “L’ingresso è ridotto, la linea anteriore è ben marcata e ci sono alcuni follicoli nella parte anteriore che sembrano più corti di quelli posteriori. “Non posso dirlo con certezza, ma sembra che qualcosa sia stato fatto”, ha detto al telefono. Sebbene i tre medici siano d’accordo, i portavoce della Presidenza non confermano né smentiscono il trattamento. L’ufficio stampa di Petro non ha fornito una spiegazione pubblica sulla questione. Inoltre non ha risposto alle domande di questo giornale al riguardo.

Né i medici né la fonte vicina alla Presidenza sono i primi ad affermare che sotto la cuffia ci fosse un trattamento per i capelli. Dopo che il capo dello stato ha iniziato a indossare costantemente il berretto presidenziale, sono sorte delle domande. Con un mistero accresciuto dal silenzio ufficiale e berretto diventato un elemento onnipresente, è diventato argomento di conversazione sulle reti e alla radio.

Notiziario

L’analisi dell’attualità e le migliori storie dalla Colombia, ogni settimana nella tua casella di posta

RICEVI IL

Néstor Morales, direttore del popolare programma radiofonico Mañanas Blu, ha sollevato la possibilità di un trapianto di capelli il 10 aprile. “Alla Casa de Nariño confermano che il presidente è sulla questione delle protesi per capelli”, ha assicurato. Il giornalista investigativo Jorge Espinosa, di Caracol Radio, ha confermato la teoria lo stesso giorno. “È giusto. (…) Il problema di berretto e il presidente ha più a che fare con la vanità, alla quale tutti hanno diritto, che con altre questioni”, ha dichiarato in X. “L’impianto di capelli è un diritto che dovrebbe essere costituzionale. Lo dico, sono calvo. E hai bisogno… beh berretto”, ha aggiunto ironico mezz’ora dopo.

Sei settimane dopo, senza berretto nelle fotografie ufficiali, il mistero è risolto: come fanno migliaia di uomini ogni giorno, Petro aveva un impianto per capelli. Dopotutto, anche i politici sono esseri umani.

Iscriviti qui alla newsletter EL PAÍS sulla Colombia e qui al canale su WhatsAppe ricevi tutte le chiavi informative sull’attualità del Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Caduto a Santa Marta Alias ​​​​Toyayo, un criminale accusato di utilizzare ‘muli’ per inviare cocaina in Europa e Asia
NEXT Allerta arancione in 12 comuni del Cesar per allagamenti