Che la Biomodulina T fa parte dell’assistenza sanitaria di base › Cuba › Granma

Che la Biomodulina T fa parte dell’assistenza sanitaria di base › Cuba › Granma
Che la Biomodulina T fa parte dell’assistenza sanitaria di base › Cuba › Granma
Biomodulina T. Foto: Tratto dall’Archivio

Il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha chiesto martedì che la Biomodulina T faccia parte dell’assistenza sanitaria primaria nelle comunità cubane e che i medici si preparino per la sua prescrizione, quando incontrano gli esperti sanitari che, a partire dalla pandemia di COVID-19, hanno guidato l’approccio scientifico e innovativo ai problemi sanitari che affliggono l’isola.

Nel corso dell’incontro che si svolge abitualmente al Palazzo della Rivoluzione, il dottore in Scienze Alexis Labrada Rosado, direttore della Ricerca e Sviluppo del Centro Nazionale di Biopreparazioni (Biocen), ha ricordato che la Biomodulina T – la cui base è l’estratto di timo bovino – è indicata per la disfunzione immunitaria e il trattamento delle infezioni ricorrenti negli anziani.

Dopo uno studio clinico su quasi 9.000 pazienti in case di cura, è stato possibile verificare una riduzione della frequenza delle infezioni respiratorie acute (ARI) di poco più di cinque volte.

Secondo lui, il rischio di morire per questa causa negli anziani che risiedono in queste istituzioni sanitarie è diminuito della metà, rispetto a quelli che, alla stessa età, si trovano al di fuori delle case di cura.

Labrada Rosado ha spiegato che gli studi clinici hanno anche dimostrato che dopo la somministrazione di Biomodulina T negli anziani si è ottenuta una diminuzione del 70% dell’incidenza delle infezioni respiratorie. Secondo Liliams Rodríguez Rivera, direttore del Centro di ricerca su longevità, invecchiamento e salute, questa è oggi la principale causa di morte nelle case di cura del paese.

Questo farmaco è stato studiato con ottimi risultati anche in oncologia, dal trattamento combinato con chemioterapia e immunoterapia antitumorale. Il ricercatore ha sottolineato che il sistema immunitario dei pazienti viene ringiovanito e quindi hanno più capacità di contrastare la malattia.

Allo stesso modo, la Biomodulina T ha dimostrato sicurezza ed efficacia nel trattamento dell’ipoplasia del timo nei bambini, una malattia genetica che causa un’alta percentuale di infezioni nei neonati nei primi anni di vita. Secondo Labrada Rosado, l’83% dei bambini trattati con il farmaco ha normalizzato le dimensioni del timo e la sua funzione, e il 71% ha avuto criteri di miglioramento clinico.

Visti questi risultati incoraggianti, il Presidente cubano ha indicato di accelerare tutto ciò che riguarda questo medicinale, basandosi fondamentalmente sul processo di invecchiamento che vive la nazione e sul benessere che la sua gestione potrà significare per i bambini cubani.

La Biomodulina T ha raggiunto il suo massimo slancio durante la pandemia di COVID-19, quando Biocen ha commercializzato 1.988.953 unità e sono stati trattati oltre 238.000 pazienti. Dal 2008 al 2019 il numero di pazienti che hanno ricevuto il farmaco non ha superato i 35.000.

Questo medicinale d’eccellenza, registrato nel Paese dal 1994, ha vinto due premi dell’Accademia delle Scienze nel 2022, proprio per i suoi risultati nel trattamento dei pazienti affetti da cancro ai polmoni e per i suoi effetti immunomodulatori negli anziani che risiedono in case di cura le case.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo