Progetto pionieristico in Cile: gli studenti di giurisprudenza seguono lezioni in un mondo coinvolgente

Il gemello digitale della Terza Sezione della Corte Suprema -l’organo giurisdizionale più influente del paese- È uno degli scenari in cui gli studenti di Advance Law dell’Università San Sebastián (USS) mettono alla prova le loro conoscenze e abilità.. Dalle mani dell’azienda tecnologica Minverso, il progetto pionieristico in Cile, consente agli studenti di sperimentare situazioni giuridiche complesse in un ambiente controllato ma realistico. Per esempio, può praticare l’argomentazione orale, la negoziazione contrattuale e la risoluzione delle controversie in scenari simulati che replicano fedelmente le sfide del mondo reale. Questa pratica immersivaaiuta i futuri avvocati a sviluppare capacità critiche e ad acquisire sicurezza prima di affrontare casi reali.

Per il preside della Facoltà di Giurisprudenza e Scienze Sociali, Andrés Chadwick, “questo è un progetto d’avanguardia. Con la sua attuazione stiamo senza dubbio trasformando il modo di insegnare il diritto nel nostro Paese.. L’USS ha scelto di essere pioniere in questo e noi desideriamo che i nostri avvocati siano assolutamente aggiornati, sia nelle materie insegnate nel mondo di oggi, sia con gli strumenti offerti dalla tecnologia che avanza a passi da gigante in il mondo. Per questo abbiamo deciso di implementare in un ambito come il Giurisprudenza qualcosa che si vede più frequentemente in altre scienze.dove ogni giorno ci troviamo di fronte a nuove sfide legali che richiedono un aggiornamento permanente dei nostri processi didattici, sia teorici che pratici.”

L’esperienza degli studenti di Advance USS Law nel metaverso.

L’uso del metaverso incoraggia anche una più stretta collaborazione tra studenti e insegnanti. Gli ambienti virtuali consentono la creazione di classi globali in cui gli studenti possono apprendere e collaborare insieme, scambiando idee e prospettive diverse.

L’adozione del metaverso nelle lezioni di diritto apre anche nuove possibilità di ricerca e sviluppo in nuovi ambiti del diritto legato alla tecnologia. Gli studenti potranno approfondire argomenti come la sicurezza informatica, la protezione dei dati e la regolamentazione degli spazi virtuali in modo pratico e diretto.

Marion Sotodirettore del programma Evening Law, lo commenta Il progetto è partito nel 2022, con la riprogettazione dell’assetto curriculare della formazione in Diritto seraleattuando una metodologia basata sulle sfide. “L’idea è quella di confrontare gli studenti con un problema inquadrato in un caso reale, e che possono risolverlo in un ambiente di esperienza reale”, descrive e sottolinea il lavoro sull’apprendimento pratico profondo nell’educazione giuridica.

Ricreazione della Terza Sezione della Corte Suprema.

Nel corso del 2023 stavano lavorando su come portare questi spazi reali nella realtà virtuale insieme all’azienda nazionale Minverso, dedicato alla creazione di formazione immersiva nel metaverso. Insieme a questa azienda, gli accademici della USS hanno sviluppato uno spazio di creazione, afferma Marion Soto, che sottolinea che, La pietra miliare che ha segnato un prima e un dopo è stata l’ottenimento dell’autorizzazione da parte del presidente della Terza Camera, Sergio Muñoz, a costruire il vero palco.

“Ci è sembrata un’aula molto emblematica e ci hanno dato l’autorizzazione quando abbiamo presentato loro il progetto”, sostiene, ricordando che la tecnologia e i progressi della magistratura permettono le udienze in videoconferenza dal 2020, essendo un’istituzione adattata alla situazione innovazioni del presente decennio.

Il fondatore e amministratore delegato di Minverso, Rodrigo González, descrive che si tratta di un’esatta replica digitale realizzata con la migliore tecnologia disponibile sul territorio.. “Consideriamo ogni dettaglio presente in esso, affinché gli studenti sentano di essere realmente in quel luogo e che, attraverso i loro avatar, con ruoli diversi, possano simulare situazioni tipiche del loro campo”, aggiunge, dando la possibilità agli studenti accedere agli spazi trascendentali della professione.

Lo sostiene González, che ha contribuito anche alla creazione del primo metaverso minerario Il risultato deve essere il più reale possibile nell’esperienza immersiva; Pertanto, le situazioni che si presentano si collegano alle emozioni delle persone, consentendo una concentrazione e una conservazione della conoscenza esponenzialmente maggiori rispetto ai metodi di insegnamento tradizionali.

2f056a3458.jpg
Il progetto di realtà virtuale Derecho Advance USS include il gemello digitale del Centro di Giustizia di Santiago.

Totale, È stato un investimento di oltre due mesi di lavoro per lo sviluppo di ogni gemello digitale, considerando la scansione delle stanze, la modellazione di oggetti e spazi.e l’incorporazione di animazioni e funzionalità che danno vita al luogo, rispettando i riti e le tradizioni dei processi che si svolgono all’interno, compresi dettagli come altezze delle sedie, suoni, codici di abbigliamento, gerarchia e responsabilità di ciascun profilo.

Lo afferma lo specialista “Non importa dove si trovino geograficamente, gli studenti di diverse città possono connettersi da qualsiasi parte del mondo allo stesso spazio digitale in tempo reale”, evidenziando la possibilità multiutente fornita dalla piattaforma realizzata.

Di fronte a questo peculiare impegno nel campo delle discipline umanistiche, essendo un’esperienza comunemente attribuita al campo della salute, il direttore del programma USS Evening Law esprime che “Questa iniziativa attirerà l’attenzione, perché è una scommessa rischiosa”. Da parte sua, Rodrigo González assicura che è il “primo caso pratico in Cile di utilizzo della realtà virtuale multiutente per un’intera carriera umanista”.

Di fronte alla sua attuazione, il corso è iniziato con gli studenti serali, pensando a un profilo di studenti in cui la maggioranza ha obblighi lavorativi.. “Abbiamo uno studente serale che lavora la mattina e avevamo bisogno di lui per aumentare il suo apprendimento pratico”, ricorda Marion Soto. Di fronte ai problemi di tempo, l’emergere della tecnologia elimina la necessità di coordinare le visite alle udienze o ad altre condizioni.

Si tratta di una vera rivoluzione nella trasformazione dell’educazione giuridica.dove la difficoltà di fruizione dell’esperienza immersiva aumenterà man mano che lo studente avanzerà nella progressione del proprio percorso formativo, dal primo al quindicesimo trimestre, conteggiando l’utilizzo di tale tecnologia nei cinque anni.

“Quando lo studente completerà la sua formazione finale, sarà uno studente che incorpora veramente non solo la conoscenza teorica, ma saprà anche esercitare la professione legale, come agire, come risolvere”.proietta l’accademico, che confida che, con lo sviluppo delle capacità di problem solving, il pensiero critico, l’innovazione, la creazione e la ricerca aumenteranno a loro volta fin dall’inizio, sempre legati alla risoluzione di problemi reali.

Il progetto di laurea in Giurisprudenza della USS prevede 10 sviluppi o spazi realistici di apprendimento immersivoche si auspica possano essere attuati entro il secondo semestre del 2025. Si prevede che venga utilizzato nelle materie più rilevanti degli indirizzi disciplinari curriculari previsti nel piano di studi, nonché per la formazione continua. Ad oggi, delle 62 materie che compongono il curriculum, 39 sono legate al progetto.

Marion Soto conclude che, data la natura dirompente di ciò che è stato realizzato, “forse questo progetto sarebbe ancora in cantiere se non ci fosse la volontà accademica di comprendere come la tecnologia possa facilitare e migliorare la nostra vita nell’istruzione e nella formazione”, sottolineando che dopo aver conseguito un master in Informatica e Giurisprudenza, segue da tempo l’impatto delle tecnologie sulla formazione. “Questa alternativa fa parte di un modello pedagogico nella formazione degli insegnanti e che credo sia aperto a tutte le università”, progetta.

Da Minverso, lo dice Rodrigo González “L’Università di San Sebastián segna una pietra miliare nel nostro Paese come istituzione che sfrutta i vantaggi delle nuove tecnologienon solo per le carriere STEM”.

Si concentrerà il lavoro che verrà da Minverso con USS Law creare un progetto che copra l’intero ecosistema della carriera, al fine di svolgere una pratica completa della professione durante tutto il periodo universitario. Un vero e proprio tour virtuale della professione ben prima di stare sul banco a rispondere davanti ai giudici, dando spazio alle prove generali in uno scenario controllato, che integra chi sogna di esercitare questa professione di vitale importanza per la convivenza e la ricerca della giustizia. “Diverse situazioni e personaggi possono essere vissuti nella realtà virtuale multiutente. Nel metaverso non ci sono limiti”, conclude lo specialista.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Camera dei Rappresentanti della Colombia ha approvato la riforma delle pensioni
NEXT Il presidente Maduro in Amazonas chiede di prepararsi alla pace