Dov’è stato il terremoto questo mercoledì 22 maggio in Cile

Dov’è stato il terremoto questo mercoledì 22 maggio in Cile
Dov’è stato il terremoto questo mercoledì 22 maggio in Cile

All’inizio di questo mercoledì si sono registrati terremoti di minore intensità in diverse parti del paese.

Sebbene la maggior parte degli spostamenti che si verificano in Cile siano impercettibili alla popolazione, è consigliabile informarsi sui principali movimenti registrati dal Centro Sismologico Nazionale dell’Università del Cile.

Il gran numero di terremoti che riceve il nostro Paese è dovuto alla posizione geografica del territorio, situato al confine tra le placche tettoniche di Nazca e del Sud America, che impattano costantemente.

Tremore oggi, mercoledì 22 maggio in Cile

Questi sono i terremoti registrati da Sismologia:

04:49 ore

terremoto magnitudo 4.7situato a 38 km a nord di Valparaíso e ad una profondità di 28 km.

03:46 ore

Tremore di magnitudo 2.9situato a 15 km a sud-ovest di Salamanca e 50 km di profondità.

03:05

terremoto magnitudo 2.5si è verificato 27 km a nord-ovest di Miniera di Collahuasi e 100 km di profondità.

Cosa fare in caso di terremoto?

Il Servizio nazionale di prevenzione e risposta alle catastrofi ha fornito alcune raccomandazioni in merito cosa fare quando si verifica un terremoto.

  • Mantieni la calma e cercare un luogo di protezione sismica.
  • Proteggiti sotto un elemento solido. Se ciò non è possibile, rimani accanto allo stesso oggetto.
  • Spegnere l’elettricità e chiudere i rubinetti dell’acqua e del gas..
  • Se sei per strada, stare lontano da edifici, pali e cavi elettrici.
  • Se sei a un evento di grandi dimensioni, la persona deve rimanere sul posto e proteggere la testa e il collo con le braccia. Inoltre, dovrai anche seguire le istruzioni dei responsabili della sicurezza della sede.
  • Se stai guidando in un tunnel, un ponte o un’autostrada, devi farlo ridurre la velocità e fermarsi dopo aver lasciato l’area.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV caduto uno dei più ricercati del “Treno Aragua”, accusato di terrorismo, lavorava come umile barbiere a Boyacá
NEXT Il Congresso colombiano affonda la riforma che garantiva il diritto fondamentale all’istruzione