Gli insegnanti privati ​​e universitari della Terra del Fuoco indicono uno sciopero nazionale questo giovedì

Gli insegnanti privati ​​e universitari della Terra del Fuoco indicono uno sciopero nazionale questo giovedì
Gli insegnanti privati ​​e universitari della Terra del Fuoco indicono uno sciopero nazionale questo giovedì

Unioni di docenti privati ​​e universitari della Terra del Fuoco Hanno annunciato che aderiranno allo sciopero nazionale – previsto per giovedì 23 maggio – per chiedere miglioramenti salariali.

Lui Unione Argentina degli Insegnanti Privati ​​(SADOP – TDF) ha confermato che aderirà a reclamare la “convocazione urgente” dell’Assemblea paritetica nazionale, chiedendo la ricomposizione dello stipendio insieme a migliori condizioni di vita e di lavoro, la restituzione del FONID, la ricomposizione del bilancio educativo per tutti i livelli e rifiutando delle riforme che incidono sui regimi pensionistici.

“Dato il silenzio del Governo Nazionale e la grave situazione che sta attraversando il settore educativo, ratifichiamo la nostra posizione: l’istruzione è un diritto umano individuale e sociale riconosciuto nella nostra Costituzione, che lo Stato Nazionale deve garantire. Per salari equi, condizioni di lavoro dignitose per tutti gli insegnanti e un’istruzione di qualità per la nostra gente”, hanno affermato.

Da parte sua, il Associazione degli insegnanti dell’Università della Terra della Fuoco (ADUF) aderirà alle misure di forza, compreso lo sciopero del personale non docente, per chiedere un aumento del budget universitario e contro la DNU e la Legge sulle basi in discussione al Senato.

Lui Unione unificata dei lavoratori dell’istruzione della Fuegian (SUTEF) ha confermato ieri sera che l’agenda sindacale di questa settimana continua svincolamenti, mobilitazioni e lo sciopero annunciato per domani.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Il migliore, amico mio, mio ​​confidente…” così il presidente dell’Adocco descrive il figlio Julio César
NEXT Con la presenza di Victoria Villarruel, il popolo di Salta ha reso omaggio all’eroe gaucho con la Guardia sotto le stelle