“È un album fatto per quella notte”

“È un album fatto per quella notte”
“È un album fatto per quella notte”

Alla fine dello scorso anno, Juan Ingaramo ha pubblicato il suo ultimo album, Benvenuti nella città di Cordoba. Adesso l’appuntamento tra il cordobese e il suo pubblico ha finalmente luogo in quella che si preannuncia una serata da non perdere.

Benvenuti nella città di Cordoba È prodotto da Nico Cotton e vanta collaborazioni con personaggi come Jean Carlos.

Naviga tra pop, ballate e quartetti, un suono “ingaramesco”, si potrebbe dire, pieno del suo carisma. Come ha affermato il giornalista Juan Manuel Pairone in un commento sull’album pubblicato lo scorso dicembre su questo stesso mezzo, Benvenuti nella città di Cordoba “Sembra essere il punto di arrivo di una ricerca personale e artistica durata molti anni, e qui sembra essere arrivato in un luogo dove nessun altro è stato prima.”

L’intervista con Ingaramo inizia leggendogli la citazione precedente e, mano nella mano, la domanda se può riassumere come è stato creato l’album che presenta ora a Córdoba, al Quality.

“Penso che le canzoni abbiano una vita propria, sono come esseri viventi e cercano una via d’uscita. Cominciano ad apparire e una volta che iniziano ad apparire e si comincia a identificare un certo bisogno artistico o desiderio di dire qualcosa, si comincia a metterlo insieme come un concetto, giusto? In base a quello che mi leggi, sento che essere in un posto dove nessuno è mai stato prima è sempre stato come uno dei miei obiettivi, i miei traguardi, consci o inconsci, di ricercare il mio suono, il mio, quello al di là che sia buono o cattivo o qualunque cosa, è mio,” dice per primo.

E completa: “Credo che l’identità nell’arte sia fondamentale, e in quella ricerca di identità sono arrivato a questo porto, Città di Cordova. Una volta capito che il concetto era quello, il resto è stato un po’ più semplice”.

Cordova di Ingaramo, Ingaramo di Cordova

Ingaramo afferma che quest’opera è, allo stesso tempo, “una sorta di colonna sonora della mia vita e una sorta di viaggio attraverso una Córdoba reale e allo stesso tempo immaginaria, una fantasia.”

Oltre a Jean Carlos, Benvenuti nella città di Cordoba Vanta inoltre collaborazioni con “la Pepa” Brizuela, Ulises Bueno e Zoe Gotusso.

–Come in terapia, quando hai messo insieme questa “colonna sonora” della tua vita, durante questo “giro” per Cordoba, sono emersi emozioni o ricordi inaspettati?

–Con le collaborazioni ci sono state delle rivelazioni, ci sono stati anche dei viaggi molto profondi. Ad esempio, quando ho sentito cantare “la Pepa”, o con Jean Carlos, penso che con loro ho toccato fibre molto profonde della mia storia a Córdoba. Ma sono davvero emersi durante l’intero processo, è stato entrare profondamente nella mia storia… ti immergi alla ricerca di stimoli e questo poi inizia a tradursi solo nel suono dell’album. E dove queste emozioni si cristallizzano maggiormente è nella collaborazione con questi idoli.

–A proposito di loro, puoi confermare chi sarà con te sul palco?

–No (ride)… ma posso dirti che è un album fatto per quella sera, è fatto per il 25 maggio, per essere presentato al Città di Cordovaquindi sarà sicuramente una serata speciale.

La carriera di Ingaramo

A ritmo costante, il musicista si è fatto un nome a livello nazionale e latinoamericano. Non smette di sperimentare anche con altri rami dell’arte, come la recitazione.

–Ritieni di aver aperto la strada a figure come, ad esempio, Luck Ra?

–No, non proprio, per fortuna non porto quella croce. Ognuno scrive la propria storia, questo è ciò che mi piace dell’aver potuto fare musica, scrivere la mia storia, ed è così che dovrebbe essere. Ognuno costruisce la propria mappa, io la metto insieme con ciò che stavo vivendo e con riferimenti diversi di generi diversi.

–Eri in “El Reino 2”, pensi di continuare a recitare? Hai chiesto consiglio, in questo percorso, a Violeta Urtizberea (la tua compagna)?

–Ci sono sempre proposte e anche la mia voglia di continuare a farlo, perché la verità è che mi diverto molto. Ma va bene, visto che ho anche la mia storia musicale e questa è la mia priorità, non ho fretta di agire, aspetto che il progetto arrivi giusto e nelle condizioni ideali. Sicuramente ce ne saranno altri.

Violeta mi ha aiutato tantissimo, ed è anche un mondo che mi è molto vicino, quindi per certi versi mi viene un po’ più facile, ho la possibilità di avere tanti amici attori. Loro e il mio partner mi danno alcuni strumenti, ma quello che mi piace della recitazione è che è un mondo totalmente nuovo per me, ed è sempre bello poter scoprire l’ignoto.

Andare

Juan Ingaramo presenta Welcome to Córdoba City al Quality Espacio. 25 maggio alle 21:00 Biglietti da $ 16.000. Disponibile su qualitàespacio.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Segretariato della Salute di Boyacá invita la popolazione di Boyacá ad agire per prevenire il cancro alla prostata
NEXT Sturzenegger non ha incontrato Milei e il suo ingresso nel governo è ritardato