I lavoratori universitari chiedono un aumento di stipendio del 50% – Salta

I lavoratori universitari chiedono un aumento di stipendio del 50% – Salta
I lavoratori universitari chiedono un aumento di stipendio del 50% – Salta

Mercoledì all’UNSa si è svolta una giornata di visibilità e di assemblea sulla scalinata del Rettorato. La misura di forza è stata invocata a livello nazionale dal Fronte sindacale delle università nazionali, che comprende l’Associazione dei docenti e dei ricercatori dell’Università Nazionale di Salta (ADIUNSa), l’Associazione e l’Associazione del personale non docente dell’Università Nazionale di Salta Salta.

Diego MaitaSegretario Generale dell’ADIUNSa, ha indicato a Nuovo caseificio Hanno coordinato le azioni con tutte le federazioni didattiche e non didattiche, quindi si aspettano un elevato livello di conformità. “Vogliamo che arrivi al governo un messaggio rinnovato. In primo luogo, la difesa dell’università pubblica e anche la richiesta settoriale di migliorare i nostri salari. Sia i docenti che i non docenti hanno ricevuto lo stesso livello di aumento dal governo di Javier Milei“, lui ha indicato.

Il sindacalista docente ha confermato che da dicembre 2023 ad aprile di quest’anno hanno avuto un aumento cumulato del 48%, mentre l’inflazione accumulata è del 106%. “Siamo al 60% sotto l’inflazione. Oggi, per recuperare il potere d’acquisto che avevamo a novembre, dovremmo avere un aumento del 50%. Per noi la situazione è grave”, ha osservato.

Parità

Maita ha confermato che il governo nazionale ha convocato riunioni in cui non si è discusso di accordi comuni ma piuttosto di offerte insufficienti che sono state respinte. “Dopo che i sindacati respingono le offerte, emanano un decreto che stabilisce questa percentuale di aumento. Non è uguale perché implica trattative. Dopo la marcia del 23 aprile, sono state avanzate delle proposte al governo per recuperare il potere d’acquisto. Hanno chiesto una proposta formale , ma nell’ultima riunione è successa la solita cosa Ci hanno offerto il 9% per maggio che è stato rifiutato, ma hanno chiesto un periodo provvisorio per martedì prossimo. Non sappiamo se è per migliorare la proposta o per ritardare. Lui ha spiegato.

Dibattito sulla legge sulle basi

I senatori nazionali insieme all’Associazione del personale non docente dell’Università Nazionale di Salta (APUNSa) hanno analizzato la Legge sulle Basi e le conseguenze per la regione.

L’attività ha visto la partecipazione dei senatori nazionali Nora Gimenez E Sergio Leavi e il rappresentante nazionale ha adempiuto al suo mandato Lia Veronica Caliva.

Il Rettore dell’UNSa, Daniele Hoyosha sottolineato l’importanza del dibattito e che venga promosso negli spazi dell’Università, pur ringraziando la presenza dei senatori di Salta.

Da parte sua, Giménez ha segnalato che la riforma del lavoro contenuta nella Legge Base modifica l’attuazione e la gestione del bacino di manodopera dei lavoratori rurali. Elimina la figura del lavoratore interinale, quindi i lavoratori non avranno orari prestabiliti.

UNSa forma i comuni

Nell’ambito dell’accordo siglato tra il Segretariato delle Relazioni Istituzionali del Coordinamento dei Collegamenti e delle Relazioni Politiche e l’Università Nazionale di Salta (UNSa), si è svolto un incontro per definire le azioni formative che verranno realizzate nei diversi municipi il la base dell’offerta accademica a disposizione dell’istituzione educativa.

Verrà offerta formazione virtuale e in presenza a sindaci e consiglieri provinciali su temi quali onestà del patrimonio – inventario nei comuni; attenzione all’utenza contribuente; pianificazione delle politiche territoriali; formazione degli agenti degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

All’ordine del giorno figurano anche: il rafforzamento delle capacità statistiche degli uffici comunali del turismo; Diagnosi PMI, tra gli altri.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La sciabola di Antonino Aberastain è arrivata per una mostra alla Casa de Sarmiento
NEXT Ha vinto due volte, ma il Racing ha pareggiato