La raccolta delle olive 2024 a San Juan ha avuto un calo del 25%

La raccolta delle olive 2024 a San Juan ha avuto un calo del 25%
La raccolta delle olive 2024 a San Juan ha avuto un calo del 25%

Poche settimane prima della fine della raccolta delle olive 2024, la Camera delle olive di San Juan ha riferito che è stato registrato un calo del 25%, una situazione che influenzerà il mercato. Ne ha parlato Gonzalo Lenzano, presidente dell’ente DIARIO DI HUARPE e ha riferito che questo panorama “è generalmente a livello nazionale, ma fortunatamente la provincia non è stata così colpita”.

“Purtroppo abbiamo avuto un calo”, ha detto il presidente della Camera, pur affermando che “stiamo parlando di circa il 25% in meno rispetto all’anno scorso”. Pur rammaricandosi di questa caduta, ha relativizzato un po’ questo colpo dicendo che “per fortuna qui ce n’è meno che in altre province” e che il prodotto c’è richiesta.

“Il calo è dovuto a molti fattori: una certa stagionalità, dato che l’anno scorso abbiamo avuto un raccolto abbondante e di solito accade che l’anno successivo la resa diminuisca. A influenzarci sono stati anche i venti di fine agosto e una gelata di fine ottobre inizio novembre”, spiega Lenzano.

Attualmente il settore conta un totale di 15.000 ettari produttivi in ​​cui il processo di raccolta viene effettuato in modo misto, cioè meccanizzato e manuale. La maggior parte viene effettuata in modo meccanizzato, poiché la varietà da olio è quella con la più alta percentuale di ettari nella provincia. Per il resto si fa manualmente.

Quanto al lavoro, Lenzano ha chiarito che “anno dopo anno hanno sempre più problemi a trovare manodopera, ma quest’anno c’era gente a causa della carenza che in altre province è stata peggiore e in questo senso ci ha favorito”.

furto di olive

Una pratica recentemente aumentata da parte dei criminali è il furto dei raccolti. A Mendoza c’è grande preoccupazione riguardo a questo problema e San Juan non è estranea al problema.

“Abbiamo subito furti soprattutto a Pocito, questo non è avvenuto regolarmente. Episodi di precarietà si verificano già da tempo, ma quest’anno si sono verificati furti di questo tipo”, spiega Lenzano.

Per quanto riguarda l’entità delle perdite, al momento non è stato possibile quantificarle. L’azione che intendono portare avanti dalla Camera è quella di coordinare un incontro con il sindaco di Pocito per sollevare la situazione a causa degli atti di insicurezza che stanno subendo. “In qualche modo bisognerà fare qualcosa, la situazione nella zona è diventata piuttosto complicata”.

Olio d’oliva

Gli oli d’oliva San Juan sono conosciuti in tutto il mondo e rappresentano un settore che non smette di crescere. Attualmente, la provincia non è quella con la maggiore superficie di questo raccolto nel Paese, ma è una delle province con la maggior produzione, esportando nel primo trimestre del 2024 il 175% in più rispetto all’anno precedente.

Tra le principali destinazioni dell’export dell’olio d’oliva San Juan spiccano l’Europa, il Brasile e gli Stati Uniti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Partecipazione accademica al futuro del litio e delle saline ad Antofagasta « Notizie UCN aggiornate – Universidad Católica del Norte
NEXT URT Cesar – La Guajira ricorda i 13 anni della Legge 1448 con bilancio a favore delle vittime