Mettono in dubbio gli 1,3 miliardi di dollari ricevuti dalla Federazione dei pensionati

Mettono in dubbio gli 1,3 miliardi di dollari ricevuti dalla Federazione dei pensionati
Mettono in dubbio gli 1,3 miliardi di dollari ricevuti dalla Federazione dei pensionati

Il deputato Jorge Maier (Juntos) fa un calcolo: dice che il contributo dello 0,25% che i 63mila pensionati della Provincia versano obbligatoriamente per sostenere la Federazione dei Pensionati e dei Pensionati di Entre Ríos rappresenta una cifra di 1,3 miliardi di dollari. Questo fondo arriva attraverso il Fondo di previdenza e pensione, che funge da agenzia di ritenzione: lo detrae da ogni pensionato e pensionato e poi lo deposita su un conto intestato alla Federazione dei pensionati.

“È un peccato che le leggi vengano fatte per uno scopo specifico con le tasche degli altri”, spara il legislatore durante un’intervista al programma Storia pura (Radio Plaza 94.7). “Non metto in dubbio come viene gestito quel fondo. Ciò che propongo è che venga rispettata la libertà del pensionato riguardo a cosa fare con il proprio reddito. Ci sono molti pensionati che avrebbero voluto smettere di versare i contributi, e molti hanno anche fatto ricorso in tribunale per ottenere protezione, ma sono stati respinti perché esiste una legge che li obbliga a versare quel contributo», aggiunge.

Nel 1975, la Legislatura di Entre Ríos approvò la Legge N° 5.773, che creò un fondo di finanziamento per la Federazione dei Pensionati e dei Pensionati di Entre Ríos. La norma autorizza il Fondo di previdenza e di previdenza “a praticare stabilmente uno sconto pari allo 0,25% sugli importi nominali corrispondenti alle retribuzioni mensili dei pensionati e dei pensionati del suo regime, che sarà destinato alla creazione e al mantenimento di una Casa di riposo e di riposo /o altre opere e attività che l’Ente decide di svolgere.”

La legge, promulgata il 25 novembre 1975, ordinava al Fondo che “i fondi raccolti per i concetti dichiarati debbano essere depositati” in un “conto speciale in nome della Federazione dei Pensionati e dei Pensionati di Entre Ríos”. Secondo fonti del Fondo, questo contributo rappresenta un volume annuo che supera i 1.000 milioni di dollari.

Il deputato Maier ha presentato al Parlamento un disegno di legge che mira a rendere volontario il contributo che i pensionati e i pensionati versano oggi su base obbligatoria.

L’iniziativa di Mayer mira a modificare l’articolo 1 della legge n. 5773. Se l’iniziativa avesse successo, il Fondo sarebbe autorizzato ad applicare “uno sconto pari allo 0,25% sugli importi nominali corrispondenti alle retribuzioni mensili dei pensionati e dei pensionati del suo regime. soggetto alla decisione volontaria di ciascun pensionato o pensionato. Gli attuali pensionati e pensionati possono richiedere in qualsiasi momento il ritiro di tale contributo, sia digitalmente, di persona o tramite un rappresentante autorizzato. I futuri pensionati e pensionati, quando inizieranno a percepire lo stipendio, avranno la possibilità di aderire volontariamente allo sconto”.

La Federazione dei Pensionati e dei Pensionati di Entre Ríos respinge il progetto di legge Maier e lo ha fatto sapere nel corso di un incontro che l’ente ha avuto con il legislatore. “L’incontro si è svolto con un tono piuttosto forte. Mi ritengono responsabile del destino della Federazione. E io rispondo loro: cosa dico ai pensionati che mi dicono che vogliono la libertà di disporre della propria pensione. Propongo la libertà del beneficiario di disporre della sua pensione. Inoltre, l’esistenza di questo contributo va a scapito di altre organizzazioni che vogliono reclutare pensionati e non possono farlo a causa dell’esistenza di questa legge”, ha affermato il legislatore.

Maier spera che la Legislatura sostenga la sua iniziativa, anche se percepisce già alcune riserve. “C’è molta ipocrisia nella Legislatura. Quello che dico è cosa accadrebbe se venisse promossa una legge che stabilisse che i legislatori debbano contribuire obbligatoriamente ad un’associazione. Nessuno vuole. Ma ehi, otto deputati hanno già firmato il progetto. So che c’è una grande lobby. Non metto in dubbio i benefici della Federazione, né spetta a me esprimere un’opinione su come vengono spesi tali fondi. Infatti ho accesso ai bilanci che presentano annualmente. So che hanno investimenti immobiliari in 34 località, che dispongono di mezzo milione di dollari a tempo determinato e una dinamica finanziaria molto importante”, ha indicato il legislatore ufficiale.

Ercilio Aimone, presidente della Federazione dei pensionati e dei pensionati di Entre Ríos, ovviamente, non condivide in alcun modo le valutazioni del deputato Maier. Durante un’intervista al programma Puro Cuento su Radio Plaza 94.7, fa un elenco delle attività svolte dall’ente che presiede, passa in rassegna i benefici che ricevono i pensionati e confuta concetti. “Si dice che il contributo sia compulsivo, ma non è compulsivo. Se parliamo di compulsivo, dobbiamo tenere conto di ciò che fa Iosper, il cui contributo percepirebbe sarebbe anch’esso compulsivo”, analizza.

“In strada circolano informazioni distorte che danneggiano la Federazione”, sottolinea. Non screditiamo le altre istituzioni. Mostriamo quello che facciamo. Questa legge dice che il pensionato può scegliere di essere membro della Federazione oppure no. Sarebbe che ognuno dei pensionati dicesse di no, allora la somma che riceve la Federazione diminuirebbe ed è logico, ci sarebbero meno entrate e non potremmo aiutare tutta la provincia”.

Aimone ha negato che la Federazione dei Pensionati abbia fatto pressione sui legislatori affinché evitassero di trattare il progetto di Maier. “Noi – ha sottolineato – non abbiamo questo tipo di atteggiamento, non faremo nulla per evitare la sanzione di quella legge. Siamo tutti adulti più anziani. Se ci fosse uno sciopero, quanti di noi potrebbero chiamare? Non abbiamo bisogno di fare pressione su di loro affinché ci rispettino. “Ci rispettano per quello che riportiamo, per la nostra sincerità.”

(Tra i fiumi adesso)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questi gli obiettivi del Bayer in Colombia
NEXT Santiago del Estero ha avuto un importante movimento turistico in questo lungo fine settimana: El Tribuno Web