Figueroa ha chiesto a Papa Francesco di visitare Neuquén e di fare santo Ceferino Namuncurá

Il governatore di Neuquén, Rolando Figueroa ha chiesto questo giovedì a Papa Francesco di prendere in considerazione una visita a Neuquén, nel caso di un possibile viaggio in Argentina. In contatto con il Sommo Pontefice, il presidente ha anche rivolto una particolare richiesta per un santo “popolare” molto sentito dagli abitanti della provincia.

Figueroa ha incontrato nuovamente Papa Francesco in Vaticanoquesta volta come parte della delegazione che partecipa al 1° Incontro Internazionale del Senso. Si tratta di un incontro promosso dall’organizzazione cattolica Scholas Occurrentes e dalla CAF (Banca di Sviluppo dell’America Latina e dei Caraibi) che avrà inizio domani e riunirà leader politici, attivisti, imprenditori e atleti di diversi Paesi del mondo.

Il governatore è stato invitato dall’organismo internazionale di credito con cui collabora per ottenere finanziamenti per 237 milioni di dollari e riattivare i lavori pubblici a Neuquén. Quest’anno verrebbero sborsati i primi 100 milioni, di cui 50 per la pavimentazione delle strade.

Per quanto ne sapeva Diario di RÍO NEGROil governatore ha potuto incontrare questo giovedì Papa Francesco, al termine della sua visita in Vaticano per partecipare all’incontro internazionale.

Lì ha offerto al Papa un invito a visitare Neuquén, nel caso avesse deciso di venire in Argentina, un’aspettativa cresciuta nei giorni scorsi quando è stato riferito che aveva detto al sacerdote Pablo Viola che “vuole andare in Argentina”.

Figueroa ha chiesto anche la santificazione di Ceferino Namuncurá, beatificato da Benedetto XVI nel 2007 e già considerato un “santo popolare” dalla provincia di Neuquén e da buona parte della Patagonia.

Ceferino lo era originario di Chimpay, Río Negrodove è nato il 26 agosto, 1886. Era il figlio di Manuel Namuncurá e nipote del famoso capo Juan Cafulcuráche ha combattuto contro l’esercito argentino nella campagna del desertocomandato da Julio Argentino Roca.

Lui miracolo che ha beatificato Ceferino Namuncurá prima che il Vaticano fosse riconosciuto prima della testimonianza di una donna di Cordoba che, assicurano, Lei guarì istantaneamente e completamente dal cancro uterino e riuscì persino a concepire di nuovo.un fatto inspiegabile per la scienza, secondo i suoi credenti, ma che è stato confermato dai medici che hanno in cura la giovane.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’orchestra sinfonica della centrale elettrica La Vieja eseguirà Prokofiev e Beethoven
NEXT I sicari hanno ucciso due leader del partito Comunes nella Valle del Cauca