Il dollaro continua il suo trend rialzista in attesa della decisione sul tasso della Banca Centrale

Il dollaro continua il suo trend rialzista in attesa della decisione sul tasso della Banca Centrale
Il dollaro continua il suo trend rialzista in attesa della decisione sul tasso della Banca Centrale

Il dollaro ha esteso la sua serie di vittorie consecutive dopo aver chiuso la giornata in rialzo e rimane sopra i 900 dollari. La valuta ha superato questo supporto dopo aver registrato un guadagno di oltre 20 dollari questo mercoledì.

Alla chiusura della giornata, il dollaro è salito di 4 dollari rispetto alla chiusura di ieri sulla Borsa Elettronica cilena e ha raggiunto il valore di 912 dollari per unità, il valore più alto della giornata. Pertanto, la valuta ha registrato due giorni consecutivi di rialzo, per un totale di 27,32 dollari.

Tuttavia, in alcuni momenti, il dollaro ha registrato dei ribassi rispetto alla chiusura di ieri e ha segnato un minimo di 906,20 dollari.

La giornata del cambio locale è segnata anche dal preludio alla pubblicazione della decisione sul tasso della Banca Centrale del Cile. La notizia però si saprà non appena il mercato valutario nazionale sarà già chiuso.

“Sarà interessante osservare quale strategia adotterà la banca centrale dopo i forti movimenti di ieri, poiché un calo del tasso continuerà a svalutare il peso cileno e potrebbe portare la parità a livelli vicini a 914 dollari nel breve termine o anche più alti” , ha commentato Francisca Hurtado, stratega del mercato XTB Latam. .

Nel frattempo, il peso cileno ha perso forza, in linea con il rame, che ha ripreso a perdere. I prezzi del rame sono scesi mentre giovedì sono continuate le prese di profitto e i consumatori si sono rifiutati di acquistare a livelli quasi record.

Pertanto, il valore trimestrale del rame è sceso dell’1,01% a 4,77 dollari sulla principale borsa a termine Comex. Nel frattempo, il valore spot del rame è sceso dell’1,50% a 4,66 dollari per libbra sul London Metal Exchange.

Nel frattempo, il dollaro a livello globale ha invertito il suo calo iniziale dopo che i dati hanno mostrato che l’attività economica statunitense ha accelerato al livello più alto in poco più di due anni a maggio, suggerendo che la crescita economica ha accelerato a metà del secondo trimestre.

S&P Global ha dichiarato giovedì che il suo indice preliminare della produzione PMI composito degli Stati Uniti, che traccia i settori manifatturiero e dei servizi, è balzato a 54,4 questo mese. Questo è stato il livello più alto dall’aprile 2022 e ha fatto seguito alla lettura finale di 51,3 ad aprile. Una lettura superiore a 50 indica un’espansione dell’attività.

I dati di giovedì hanno anche mostrato che il numero di americani che hanno presentato nuove richieste di sussidio di disoccupazione è diminuito la scorsa settimana, indicando una forza di fondo nel mercato del lavoro che dovrebbe continuare a sostenere l’economia.

I politici della Federal Reserve nel loro ultimo incontro hanno affermato di avere ancora fiducia che le pressioni sui prezzi si allenterebbero almeno lentamente nei prossimi mesi, ma sono stati sollevati dubbi sul fatto che l’attuale livello dei tassi di interesse fosse sufficientemente alto da garantirlo e “diversi” funzionari hanno affermato di sarebbero disposti ad aumentare nuovamente il costo del credito se l’inflazione aumentasse.

In questo contesto, l’indice del dollaro, che misura la performance della moneta rispetto a un paniere delle valute più importanti del mondo, è salito dello 0,13% a 105,07 punti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lucía Galán è stata operata per una ciste precancerosa: cosa dice il nuovo referto medico | Per prevenire il cancro al pancreas
NEXT La pace della Colombia, al bivio tra un’attuazione dimenticata e una pace totale che non si intreccia