Ha denunciato per violenza sessuale un ex funzionario di Neuquén ed è stata licenziata: un giudice le ha ordinato di rientrare nello Stato

Ernesto Seguel, funzionario storico dei governi del Movimento Popolare di Neuquén, Si è dimesso dalla carica di Sottosegretario al Lavoro nell’ottobre 2022, dopo che Silvana Cabezas, operaia della sua squadra, lo aveva denunciato per violenza sessuale e sul posto di lavoro. Lei ha perso il lavoro, lui è andato in pensione. Oggi è stata conosciuta la risoluzione del giudice Santiago Montórfano che ha concesso la misura cautelare e ha ordinato che l’attuale Ministero del Lavoro conceda funzioni al professionista.

Per prendere questa decisione ci si è basati sul fatto che sussistono “indicatori compatibili con l’interdizione e l’impedimento al lavoro”. Questo è un caso inquadrato nella legge 2786. Ciò che il giudice ha definito allora è fermare la violenza.

“Mi hanno messo da parte, mi hanno saltato ovunque nelle funzioni di cui ero responsabile, fino al 10 dicembre (2023) mi hanno lasciato senza lavoro”, Lo ha dichiarato Silvana in un’intervista rilasciata a RIO NEGRO lo scorso marzo.

Adesso deve entrare nella struttura che è sotto l’orbita del ministro Lucas Castelli.

Durante questo processo il denunciante è stato accompagnato da il servizio Violet Relief del Collettivo Femminista La Revuelta, che ha comunicato la decisione del magistrato. Hanno evidenziato “la persistenza della denunciante nel visualizzare la violenza sessuale, lavorativa e istituzionale subita, la sua cessazione e la necessaria riparazione”.

E hanno aggiunto: «Questa decisione giudiziaria lo conferma Quando vengono denunciati eventi di questo tipo, la risposta istituzionale non può essere il licenziamento o la modificazione delle condizioni di lavoro di chi segnala.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV È iniziata la quarta edizione del ciclo Gurisada e teatro
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo