Le autorità cilene arrestano dodici agenti di polizia per “corruzione e traffico di droga”

Le autorità cilene arrestano dodici agenti di polizia per “corruzione e traffico di droga”
Le autorità cilene arrestano dodici agenti di polizia per “corruzione e traffico di droga”

Le autorità cilene hanno arrestato questo giovedì dodici agenti di polizia con l’accusa di reati quali corruzione, traffico di droga, coercizione illegittima e arresti illegali, che avevano effettuato in associazione con bande di venditori ambulanti a Santiago del Cile, la capitale del paese. Lo ha riferito il procuratore Marcela Adasme, capo del Centro Analisi Criminale Norte, e ha assicurato che saranno accusati di corruzione e falsificazione di atti pubblici, secondo il quotidiano cileno ‘El Mercurio’. Questi dodici agenti, della Seconda Stazione di Polizia di Santiago, operavano nel quartiere di Meiggs, dove i venditori li pagavano per compiere determinate azioni e non per farne altre, sempre a vantaggio di questo gruppo. Da parte sua, il presidente del Cile, Gabriel Boric, ha chiesto un’indagine civile affinché nel Paese “nessuno sia al di sopra della legge”. “Devono essere indagati dalla giustizia civile e, se i crimini sono provati, condannati. In Cile nessuno è al di sopra della legge”, ha pubblicato il presidente sul suo account sul social network X.

#Chile

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A Córdoba l’aumento della luce sarebbe distribuito su due mesi: giugno e luglio
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo