Il Preside di Giurisprudenza dell’Università del Cile spera che la sessione finisca questo venerdì e invita i professori a utilizzare Zoom

Il Preside di Giurisprudenza dell’Università del Cile spera che la sessione finisca questo venerdì e invita i professori a utilizzare Zoom
Il Preside di Giurisprudenza dell’Università del Cile spera che la sessione finisca questo venerdì e invita i professori a utilizzare Zoom

Nel mezzo di un clima di tensione internazionale, la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Cile è al centro di una mobilitazione studentesca. IL gli studenti hanno effettuato un’acquisizione con l’obiettivo di rompere i rapporti con alcune università israeliane.

In questo senso, il preside Fiala di Pablo Ruiz-Taglein una lettera indirizzata alla comunità della Facoltà di Giurisprudenza, si rammarica che dopo sei anni di ininterrotta istruzione universitaria pubblica, “un gruppo minoritario di studenti abbia adottato questa misura energica”.

“Le autorità della facoltà, tra cui il preside, il direttore della scuola e gli altri membri della direzione, Hanno deciso di restare nei loro uffici e di passare la notte lì con lo scopo di proteggere l’istituzione.“si legge nel comunicato.

Nonostante la situazione, l’autorità accademica esorta i professori a “continuare il loro lavoro di insegnamento attraverso piattaforme digitali come Zoom, nel tentativo di mantenere l’impegno nell’insegnamento del diritto”.

Rivedi la lettera del preside della Facoltà di Giurisprudenza qui:

Gli studenti chiedono di porre fine agli accordi

Il Centro Studentesco di Giurisprudenza dell’Università del Cile si è unito alla richiesta di altre facoltà di porre fine all’accordo con l’Università Ebraica di Gerusalemme. Questa decisione è stata presa in seguito agli eventi che si stanno verificando nella Striscia di Gaza.

“È importante rendersi conto che i crimini commessi non sono contingenze tipiche di una guerra, ma rispondono a una politica di Israele e delle sue istituzioni“, sostengono gli studenti in una lettera al preside.

I rappresentanti degli studenti Hanno chiesto l’annullamento della risoluzione n. 314dell’anno 2022, che approva l’accordo di collaborazione interistituzionale tra la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Ebraica di Gerusalemme e la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Cile.

D’altro canto, il rettore dell’Università del Cile, Rosa Devesha convocato per venerdì 24 maggio il Consiglio dell’Università con l’obiettivo di affrontare la situazione in maniera collegiale.

“Nella nostra visione, è necessario il rifiuto degli attacchi del governo israeliano contro il territorio palestinese Non va confusa con la cancellazione delle comunità universitarie di quel Paesedove senza dubbio ci sono molte persone che, esercitando il pensiero critico, ripudiano le azioni violente”, ha affermato Devés.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Hanno arrestato due delinquenti dediti al furto di automobili forzando le serrature