un nuovo e un ‘bastone’ nei 28 di Néstor Lorenzo

un nuovo e un ‘bastone’ nei 28 di Néstor Lorenzo
un nuovo e un ‘bastone’ nei 28 di Néstor Lorenzo

Il terzo posto nella classifica sudamericana del turno di qualificazione ai Mondiali nordamericani del 2026 e le 18 partite imbattute della Nazionale colombiana, tutte disputate sotto la guida del tecnico Néstor Lorenzo, come sono l’ovvio e logica conseguenza dell’elenco dei 28 giocatori convocati per le due amichevoli pre-Copa América, contro Stati Uniti e Bolivia, l’8 e 15 giugno, prima della Copa América, nella quale la Nazionale esordirà il 24, contro il Paraguay, nel primo appuntamento del girone D, che comprende anche Costa Rica e Brasile.

(Forse ti interessa: il Santa Fe fa un grande passo verso la finale: la vittoria chiave a El Campín contro Once Caldas alimenta il suo sogno)

La lista guidata da Luis Díaz, il crollo del Liverpool inglese, è segnata da due fatti: primo, l’arrivo di un nuovo giocatore. Per la prima volta da dirigente, Lorenzo ha chiamato il centravanti Miguel Ángel Borja, attaccante del River Plate argentino. I suoi 17 gol finora quest’anno supportano il suo arrivo, richiesto da un ampio settore di critici e tifosi.

Celebrazione di Miguel Borja.

Foto:AFP

Ha preso il posto di Mateo Casierra, che proprio domenica scorsa ha segnato cinque gol con lo Zenit russo e che era stato parte di questo processo: era presente nelle ultime sei convocazioni, anche se ha giocato solo tre partite. Ha segnato un gol nell’amichevole contro l’Iraq.

Il secondo fatto è un bastone, una sorpresa: il ritorno in squadra di Mateus Uribe, il centrocampista del brand che quest’anno ha giocato appena tre partite, tutte in questo mese: 10 minuti e due titolari. La ‘discussione principale’ non è più la presenza di James Rodríguez, che non gioca per il San Paolo da un mese e mezzo, o se hanno chiamato di nuovo David Ospina, Yerry Mina, Dávinson Sánchez, Santiago Arias, Johan Mojica, Jefferson Lerma e Juanfer Quintero, i sopravvissuti ai Mondiali di Russia 2018…

(Leggi anche: José Néstor Pékerman ‘rivive il passato’ e scommette sulla nazionale colombiana: ‘Ha ritrovato la sua strada’)

L’allenatore della Colombia Nestor Lorenzo grida istruzioni ai suoi giocatori dalla linea laterale durante l’amichevole internazionale di calcio tra Romania e Colombia allo stadio Metropolitano di Madrid il 26 marzo 2024. (Foto di OSCAR DEL POZO / AFP)

Foto:AFP

Il ‘dibattito’ riguarda il terzo portiere: l’assenza di Kevin Mier, autore di una grande prestazione ed elogiato al Cruz Azul in Messico, e la presenza di Álvaro Montero, con prestazioni irregolari al Millonarios, unico giocatore del campionato locale. Lorenzo non mente o non mente: ha già detto, con tatto, che il livello del nostro campionato “deve dare qualcosa in più. Ci sono tante cose che segnano la realtà della Lega”.

Carlos Gómez, Gabriel Fuentes, Gustavo Puerta, Juan Camilo Portilla e Juan David Cabal sono stati esclusi dalla rosa per le amichevoli dello scorso marzo contro Spagna e Romania. Lorenzo ha preso ancora una volta in considerazione, oltre a Uribe, Dávinson Sánchez, Déiver Machado, Jhon Jáder Durán, Sinisterra, Luis Sinisterra, Sebastián Gómez e Yerry Mina.

Due dei 28 non giocheranno la Copa América. Sembra che il destino di Gómez dipenderà dalla forma fisica e dalla salute di Uribe. Forse l’altro è un difensore centrale (Yerson Mosquera?).

GABRIEL MELUK
Redattore SPORT
@MelukLeCuenta

Altre notizie sportive

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lavorano per salvare una stazione ferroviaria di alto valore sociale e patrimoniale (+ foto) – Escambray
NEXT i funzionari chiedono “incentivi” alle compagnie aeree per il loro lavoro negli aeroporti