Nonostante le limitazioni, il paniere familiare regolamentato si difende con la massima priorità › Cuba › Granma

Nonostante le limitazioni, il paniere familiare regolamentato si difende con la massima priorità › Cuba › Granma
Nonostante le limitazioni, il paniere familiare regolamentato si difende con la massima priorità › Cuba › Granma
Il paniere familiare regolamentato. Foto: Miguel Febles Hernández

Nonostante le gravi limitazioni finanziarie e logistiche, continua ad essere una priorità dell’economia nazionale garantire, mese dopo mese, la consegna dei prodotti del paniere familiare regolamentato.

In una recente informativa offerta alla trasmissione televisiva Mesa Redonda, Betsy Díaz Velázquez, ministra del Commercio Interno, ha dettagliato le cause che hanno influenzato l’aumento dei prodotti in sospeso, ed ha evidenziato l’elevata dipendenza dalle importazioni. Ad esempio, nel 2018, il 30% del riso consumato a Cuba era prodotto internamente.

“È molto difficile rispettare le scadenze quando si dipende solo dalle importazioni”, ha affermato, aggiungendo che in questo processo interviene anche un meccanismo complesso, la catena logistica porto-trasporto-economia nazionale, di cui fanno parte anche i vettori privati.

Inoltre, i ritardi attuali sono influenzati sia dal deficit di carburante in determinati orari, sia dalla mancanza di elettricità, che ha colpito aspetti come la pesatura e la fatturazione dei prodotti.

Nonostante queste complessità, ha spiegato che l’impegno relativo al riso per il mese di aprile è stato rispettato ed è stato consegnato un chilogrammo in più, mentre a maggio è iniziata una distribuzione simile.

Ha chiarito che, nelle province da Ciego de Ávila a Guantánamo, “non completeremo le sette libbre e il chilogrammo aggiuntivo entro il mese (maggio), anche se il riso è garantito, e sarà consegnato”.

Il capo del Mincin ha riferito che in aprile è stato completato lo zucchero dovuto per il mese di marzo ed è stato incorporato lo zucchero raffinato.

Allo stesso modo è stato distribuito il grano previsto, anche se ci sono ancora dei punti in sospeso, soprattutto per maggio.

Ha commentato che lo zucchero di maggio è disponibile, ma deve ancora essere trasportato in alcuni territori, poiché non tutte le province hanno prodotto quello che richiede il paniere familiare.

Allo stesso modo, in aprile è stata completata la consegna dell’olio, “che non avevamo dato a marzo”, e si è deciso di consegnare carne in scatola per i bambini, oltre ad incorporare prodotti donati e distribuirne altri destinati alle persone in situazioni vulnerabili, donne incinte e neonati di basso peso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Arrestano una persona accusata di furto di veicolo
NEXT vittoria con sfumature e percorso verso la giudiziarizzazione da parte dei profitti