Realtà o finzione?: Plaza Baquedano si illumina con un monumento a Elena Caffarena, promotrice del voto femminile

Lui Studio dei monumenti pubblici alle donne nelle capitali regionali del Ciledel National Monuments Council, lo ha rivelato Dei 621 monumenti pubblici, solo 29 sono femminili. Di questi, cioè, solo il 4,7% è dedicato a donne, mentre il 57,3% corrisponde a personaggi maschili.

A seguito di questa situazione, questo giovedì mattina è stato diffuso sui social network un video che mostrava la situazione monumento di una donna nel mezzo del Piazza Baquedano. Era una scultura di Elena Caffarenaavvocato, giurista e promotore del voto femminile in Cile. Il video è stato condiviso sui social network da Santiago Adicto.

Controlla anche

Data la mancanza di monumenti alle donne negli spazi pubblici, è emersa l’iniziativa Chilenas Monumentales, che cerca generare spazi di riflessione e azione per riempire quei vuoti di figure femminili nelle stradesensibilizzando sull’importanza di riconoscere i loro contributi e ampliando il dibattito su questo argomento.

A questo proposito, il direttore esecutivo della Fondazione Niñas Valientes, Carla Ljubeticha spiegato che “IL monumenti pubblici Sono un esempio tangibile dei divari e delle disuguaglianze di genere. che si verificano in spazi diversi. Ecco perché è importante dimostrarlo e generare azioni che invitino alla riflessione e ci permettano, nel prossimo futuro, di avere più monumenti alle donne nelle strade”.

Con tale obiettivo, la campagna ha pubblicato un video Fake Out of Home (FOOH) dove vedi un monumento ad Elena Caffarena nel Piazza Baquedano. Questi tipi di video rappresentano un modo innovativo di vivere la realtà, fondendo elementi del mondo fisico e digitale per creare un’esperienza coinvolgente, attraverso la tecnologia cinematografica, per integrare elementi digitali nel mondo reale.

Realtà o finzione?: Plaza Baquedano si illumina con un monumento a Elena Caffarena, promotrice del voto femminile

Ingrandire

Chi era Elena Caffarena?

Secondo il sito cileno Memory, Elena Caffarena è stata una figura fondamentale nella lotta per i diritti delle donne in Cile, è nato il 23 marzo 1903 a Iquique, in Cile. La sua eredità di avvocato, giurista e fervente sostenitrice del femminismo ha risuonato per tutta la sua vita e rimane fonte di ispirazione fino ad oggi.

Con coraggio e determinazione, Ha dedicato gran parte della sua vita alla lotta contro la disuguaglianza e l’ingiustizia, soprattutto quando si tratta di diritti politici delle donne, compresa la lotta per il diritto di voto. Secondo il sito citato, Caffarena morì a 100 anni senza alcun tipo di tributo per i loro contributi. Infatti, ad oggi, non possiede monumenti pubblici.

Così, “Abbiamo scelto Elena Caffarena per l’importante contributo che ha dato al Paese e alle donne. È stata una pioniera nel parlare di alimenti e l’indipendenza economica delle donne, stabilendo successivamente il voto femminile. Ecco perché pensiamo che fosse una donna iconica che merita un monumento”, ha detto Ljubetic.

DNA

Realtà o finzione?: Plaza Baquedano si illumina con un monumento a Elena Caffarena, promotrice del voto femminile

Ingrandire

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Treffinger’s Party di Chubut verrà ribattezzato La Libertad Avanza
NEXT Incidente stradale sull’Avenida Virgen de Cotoca lascia gravemente ferito un motociclista taxista