Ha nevicato a San Juan e si ritiene che il fenomeno El Niño farà continuare la tempesta

Ha nevicato a San Juan e si ritiene che il fenomeno El Niño farà continuare la tempesta
Ha nevicato a San Juan e si ritiene che il fenomeno El Niño farà continuare la tempesta

Nelle prime ore di questo giovedì 23 maggio si sono diffuse le prime immagini della forte nevicata che ha interessato l’intera catena montuosa di San Juan e le aree lontane dalla Grande San Juan. Dopo il fenomeno meteorologico, lo specialista Silvio Pastore, dell’UNSJ, ha spiegato di ritenere che il fenomeno El Niño farà sì che continuino forti nevicate, che aiuteranno a immagazzinare acqua dopo anni di siccità senza precedenti.

In contatto con DIARIO DI HUARPEPastore, coordinatore dell’Ufficio Studi di Geocriologia, Glaciologia, Nivologia e Cambiamenti Climatici della Facoltà di Scienze Esatte, ha spiegato che la presenza di abbondanti nevicate sulla catena montuosa era qualcosa di “aspettato”. Il fatto è che, secondo il professionista, dal luglio 2023 abbiamo iniziato a vedere come il fenomeno El Niño stava alzando la temperatura delle acque all’altezza di El Ecuador. Ciò ha portato con sé un aumento dell’umidità sull’altro versante della catena montuosa delle Ande e questa umidità si è poi incontrata con i fronti freddi che si sono generati in alta montagna. Ciò ha aiutato l’umidità a condensarsi e a generare le tanto attese nevicate.

Pastore ha spiegato che il livello di condensa era tale che si erano già registrate almeno due nevicate cadute su tutta la catena montuosa di San Juan. La prima grande nevicata si è verificata a metà aprile, la seconda fino a giovedì compreso.

Alla domanda se sia possibile che si verifichino nevicate più intense come quelle già avvenute in questo freddo autunno, Pastore ha spiegato che è possibile che le precipitazioni nevose continuino, poiché il freddo intenso in alta montagna farà sì che le condizioni siano mantenuto in modo che l’umidità continui a condensare. Allo stesso tempo, ha spiegato che tutto sembra indicare che le nevicate in alta montagna inizieranno a diminuire nelle prossime ore e si prevede che nevicherà di nuovo entro poche settimane.

Ad esempio, ha paragonato la situazione attuale a un campionato di calcio. Nella sua analogia, il professionista ha spiegato che se San Juan stesse giocando, avrebbe già vinto la prima partita con la nevicata di aprile e poi ha trionfato a maggio con la nevicata di questi giorni e gli rimane almeno un’altra grande nevicata in modo che possa essere ha detto che “ha superato la fase ed è vicino a vincere il torneo”.

In questo senso, ha aggiunto che non è la prima volta che questo fenomeno di forti nevicate si registra con poco più di un mese di differenza e ha aggiunto che “nelle precedenti occasioni, ciò si registrava per non più di una o due volte consecutive anni e poi Ci sono stati diversi anni in cui le nevicate sono diminuite drasticamente.

Numero

Secondo i dati diffusi dalla Direzione Idraulica della provincia, in alta montagna si sono accumulati circa 30 centimetri di neve.

Previsioni dell’acqua

Nell’ottobre 2023 Hidráulica ha riportato le previsioni idriche per il ciclo 2023-2024. Gli specialisti avevano previsto un volume medio di 732 ettometri cubi di quello che sarebbe stato drenato durante l’anno. Ciò significa che questo ciclo è definito molto secco, poiché questo flusso rappresenta il 38% di quello che sarebbe un normale deflusso medio annuo per il fiume San Juan, ovvero 1.900 ettometri cubi.

Gli specialisti di idraulica hanno spiegato che per il fiume Jáchal c’è un deflusso del 55% e si prevede che sarebbe il più secco della storia per il fiume Jáchal con 116 ettometri cubi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta di sospensione del sindaco Pinedo
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo