PJ Entre Ríos ha espresso solidarietà agli operatori dei media pubblici

PJ Entre Ríos ha espresso solidarietà agli operatori dei media pubblici
PJ Entre Ríos ha espresso solidarietà agli operatori dei media pubblici

Il Consiglio Provinciale del Partito Giustizialista di Entre Ríos ha tenuto un altro incontro di lavoro in cui sono state affrontate le questioni amministrative legate al funzionamento istituzionale e l’attuale agenda politica. Hanno lanciato un messaggio di sostegno ai “media pubblici, ai loro lavoratori”.

Nel comunicato dell’incontro tenutosi nella Casa del Partito in via 251 9 de Julio a Paraná, hanno espresso: “Esprimiamo il nostro ripudio all’intenzione del governo nazionale di chiudere o vendere i media pubblici del nostro Paese e della nostra provincia. I media pubblici sono una garanzia del federalismo e un pilastro fondamentale della nostra democrazia, il diritto all’informazione e la libertà di espressione. Ripudiamo l’oscuramento dei social network e dei siti web e ne esigiamo l’immediata riattivazione. Allo stesso tempo, estendiamo la nostra solidarietà e il nostro sostegno alla lotta degli operatori della comunicazione pubblica provinciali e nazionali”.

Riguardo alla riforma elettorale, hanno sottolineato: “Riteniamo che nessuno ci imporrà i tempi o l’agenda del peronismo. La gente è angosciata e preoccupata per la situazione economica e sociale in cui ci ha gettato il governo di Javier Milei, una popolazione sempre più indebitata e che vede ogni giorno che si distruggono fonti di lavoro e si perdono diritti. Allo stesso modo, siamo un partito politico democratico con responsabilità istituzionale e stabiliremo un processo di consultazione con tutti i settori del peronismo di Entre Ríos, la militanza e con i nostri colleghi che ci rappresentano nella legislatura provinciale.”

Per quanto riguarda il trattamento della Legge delle Basi, è stato insistito l’appello di Entre Ríos ai legislatori nazionali affinché “respingano questa iniziativa che porterà solo più disoccupazione, povertà, rimozione dei diritti delle maggioranze popolari e la resa della nostra sovranità. Le difficoltà anche solo per arrivare ad una decisione dimostrano la mancanza di consenso e il rifiuto di questo progetto”, hanno concluso.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ha 19 anni, è stato condannato a 16 anni di carcere per omicidio, coercizione e altro tentato omicidio in Valle Medio
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo