Il progetto Huilense sospeso da Olmedo López è stato “sbloccato” • La Nación

Il progetto Huilense sospeso da Olmedo López è stato “sbloccato” • La Nación
Il progetto Huilense sospeso da Olmedo López è stato “sbloccato” • La Nación

I lavori di contenimento per prevenire le inondazioni nell’area urbana di Santa María, Huila, saranno una realtà. Il progetto, del valore di quasi 7 miliardi di dollari, era stato sospettosamente “protetto” dal controverso ex direttore dell’UNGRD, Olmedo López.

Johan Eduardo Rojas López

[email protected]

Durante la sua visita a Huila, il direttore dell’Unità nazionale per la gestione del rischio di catastrofi, UNGRD, Carlos Alberto Carrillo Arenas, si è impegnato a “sbloccare un progetto a Santa María, Huila, che mira a realizzare interventi correttivi necessari per mitigare il rischio di allagamenti e dilavamenti mediante la realizzazione di opere di contenimento nel settore urbano del canale 1 e del torrente El Balso, nell’ambito di pubblica calamità, per un valore di 6.747.656.464 dollari.

Tuttavia, all’epoca lasciò intendere che in quel caso particolare c’era qualcosa di molto strano e cioè che il progetto era già avviato, c’era un contratto firmato, disponibilità di budget e “il signor Olmedo López, che passò rapidamente dall’anonimato al discredito , nel dicembre dello scorso anno ha deciso di interrompere il progetto, sostenendo che l’intervento non gli piaceva, non so perché o cercando cosa.

Tra un mese si comincia

Viancy Carolina García, sindaco di Santa María, ha dichiarato che tutto è stato causato da un improvviso innalzamento del burrone di El Balso che ha compromesso, nel corso dell’anno, l’ospedale Nuestra Señora del Carmen, l’impianto del gas, il quartiere El Diamante e Luis Guillermo. 2021. L’odissea che hanno affrontato durante l’ondata invernale li ha portati a gestire quelle risorse per incanalare il torrente.

Successivamente è stato assegnato l’appaltatore ed è stato generato il certificato di disponibilità del budget, CDP, ma l’audit non è stato assegnato. “Il 27 dicembre 2023, il dottor Olmedo López, che all’epoca era direttore del UNGRD, ha respinto l’intervento che era stato presentato. Ciò significava che questo progetto, fino ad oggi, rischiava di andare perduto”, ha detto il presidente.

Lo ha affermato la sindaca durante l’incontro al quale è stata invitata dal governatore di Huila, Rodrigo Villalba Mosquera, insieme ai sindaci dei comuni più efficienti e all’attuale direttore dell’UNGRD.

“L’Unità nazionale per la gestione del rischio di catastrofi ha già autorizzato, ha chiamato la società di consulenza e inizierà la questione dell’affidamento dell’audit, e quello che dice il direttore è che tra un mese questo lavoro dovrebbe già iniziare. Non si sa ancora quanto durerà”, ha detto Viancy Carolina García, che ha approfittato dello spazio per proporre di tenere un tavolo di lavoro nel municipio da lei diretto, dove intende avere la presenza di funzionari regionali e nazionali per discutere della questione rischio che presenta il fiume Baché.

Cosa c’era dietro la sospensione?

Secondo il sindaco, lei, come il nuovo direttore e la maggioranza degli Huilenses, non sa quali furono le ragioni della decisione presa allora dal signor Olmedo López. “Non so davvero quale motivo o motivo convincente sia stato addotto in quel momento per non approvare l’intervento. Per noi oggi questa è una gioia perché verrà costruita questa importante opera per i cittadini. Abbiamo gli stessi dubbi su ciò che è accaduto all’interno dell’UNGRD che ha impedito che questo lavoro venisse svolto. “Ci sono stati due anni di attesa”, ha aggiunto la prima autorità di Santa María.

Ha celebrato che questo progetto assegnato il 22 marzo 2022, le cui risorse erano quasi sul punto di andare perdute, ora è di nuovo una realtà e non è più “fermato”.

Il rischio

Nonostante la buona notizia, proprio in questo momento si sta delineando il fenomeno La Niña che potrebbe mettere a rischio l’esecuzione dell’opera. “Credo che dobbiamo ripartire e andare avanti sperando che la situazione non peggiori, ma abbiamo bisogno che quest’opera venga costruita”, ha concluso.

Oin realtà

Detto questo, Isabel Hernández Ávila, coordinatrice dell’Ufficio per la Gestione del Rischio di Catastrofi di Huila, OGRDH, ha sostenuto che si tratta di un’opera di mitigazione molto importante perché ridurrà il rischio per le infrastrutture abitative e, quindi, per la vita delle persone.

“Purtroppo questo lavoro, due anni dopo, non ha potuto essere svolto e, secondo le informazioni disponibili, ciò è dovuto alla mancanza di assunzione dell’audit. Questi lavori devono essere realizzati rapidamente e senza aspettare che con le piogge che stiamo vivendo attualmente nel dipartimento di Huila, possa verificarsi una tragedia”, ha spiegato il capo del portafoglio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Crollo in un bar provoca 2 morti e 15 feriti in SLP – Plaza de Armas
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo