Denunciano che un’opera sociale non autorizza uno studio su un bambino di San Juan per scoprire di che malattia soffre e la sua vita è in pericolo

Denunciano che un’opera sociale non autorizza uno studio su un bambino di San Juan per scoprire di che malattia soffre e la sua vita è in pericolo
Denunciano che un’opera sociale non autorizza uno studio su un bambino di San Juan per scoprire di che malattia soffre e la sua vita è in pericolo

In lotta contro il tempo, questi sono i genitori di Beltrán Romero, un bambino di 2 mesi di San Juan che necessita di uno studio molto complesso affinché gli operatori sanitari dell’Ospedale Italiano San Justo possano determinare di cosa ha. Secondo quanto raccontato da Ismael Romero (32) e Melisa Acosta (28) al Diario de Cuyo, Beltrán è nato il 12 marzo, nel sanatorio argentino, a causa di uno stato di bilirubina e ipotonia (diminuzione della resistenza al movimento passivo delle articolazioni). , che comprende un gruppo ampio ed eterogeneo di patologie che colpiscono sia il sistema nervoso centrale che quello periferico) doveva essere ricoverato in Neonatologia.

Il bambino è rimasto in terapia con ossigeno ed è stato inviato per i test genetici all’Ospedale Italiano di San Justo. È stato trasferito con l’aereo sanitario, pochi giorni dopo la nascita e fino a quel momento se ne era occupata l’opera sociale Federada Salud ma una volta in ospedale le pratiche autorizzative non hanno fatto ulteriori passi avanti.

beltranromero-728x527
Beltrán quando aveva due mesi.

Secondo Ismael, circa 50 giorni fa, hanno lanciato un appello di protezione per ottenere una risposta dall’opera sociale, che ha sede a Santa Fe. “Paghiamo tra i 30.000 ei 40.000 pesos al giorno per poter alloggiare. stare vicino a Beltrán mentre resta ricoverato in ospedale. “Questo studio genetico determinerebbe ciò che ha e potrebbe salvargli la vita se ci fosse un trattamento”, ha sottolineato.

Il problema che circonda i genitori del bambino di due mesi è il tempo. Beltrán a volte è stabile e quando notano dei progressi, attraversa una crisi e finisce disoccupato. “Hanno provato a togliergli il respiratore e non può tollerarlo. Una specialista in Neurologia ci ha informato che, secondo la sua esperienza, Beltrán potrebbe avere la Miastenia grave (una malattia causata da un’interruzione della comunicazione tra i nervi e i muscoli) ma senza un’analisi esatta non possono iniziare il trattamento”, ha detto preoccupato.

Nonostante la sua giovane età, Beltrán continua a lottare mentre l’opera sociale non risponde alla richiesta dei suoi genitori di autorizzare lo studio che costa milioni. “Non abbiamo quei soldi e siamo contro il tempo. “La vita di nostro figlio è a rischio”, ha detto.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le berline che venivano verso Bucaramanga hanno avuto un incidente sulle strade di Boyacá
NEXT Medina Ruiz ha sottolineato il lavoro delle guardie durante il lungo fine settimana