Secondo DANE, l’insicurezza alimentare in Colombia è scesa di due punti

Secondo DANE, l’insicurezza alimentare in Colombia è scesa di due punti
Secondo DANE, l’insicurezza alimentare in Colombia è scesa di due punti

(venerdì 24 maggio 2024). In Colombia, nel corso del 2023, il L’insicurezza alimentare è scesa di due punti ed è rimasta al 26,1%. rispetto al dato del 2022 che era pari al 28,1%.

Una cifra significativa se consideriamo gli sforzi che sono stati fatti con la campagna. Fame Zero nel Paese e che mira a garantire che nessuna persona rimanga senza alcun tipo di cibo.

Vale la pena ricordare che il L’insicurezza alimentare si verifica quando le persone non hanno accesso permanente e regolare a prodotti e/o cibo. nelle loro case.

Leggi anche: Razionamento dell’acqua a Bogotà dal 26 maggio al 3 giugno: consulta i quartieri con i tagli

Rapporto sull’insicurezza alimentare in Colombia, secondo DANE

Secondo il rapporto DANE, la Colombia è in calo due punti di insicurezza alimentare moderata o grave.

Cioè, la percentuale di famiglie colombiane che vivono in condizioni di insicurezza nelle zone rurali è pari a è diminuito dell’1,3%, mentre a livello nazionale è stato più elevato, raggiungendo il 2%.

Tuttavia, la vittoria non può ancora essere dichiarata, poiché questi risultati hanno mostrato un aumento 15 dipartimenti nel 2023, anche se solo in 8 di essi le variazioni sono state statisticamente significative (Vichada, Quindío, Cauca, Guaviare, Tolima, Casanare, Cundinamarca e Huila).

La crescita maggiore è stata registrata nel Vichada, dove l’indicatore è passato dal 30,7% nel 2022 al 39,7% nel 2023. Negli altri casi gli aumenti sono compresi tra 3,7 e 7,2 punti percentuali.

Inoltre: tre prodotti su dieci hanno meno contenuto di quanto riportato sull’etichetta

Nonostante la prevalenza di insicurezza alimentare da moderata a moderata una grave diminuzione a Bogotà e in 17 dipartimenti e le differenze sono statisticamente significative in 12 di essi (Boyacá, Bogotá, Magdalena, Putumayo, Nariño, Arauca, Córdoba, Cesar, La Guajira, Atlántico, Caquetá e Chocó).

I casi più notevoli sono Atlantico, Caquetá e Chocó, dove l’indicatore è diminuito di oltre 10 punti percentuali nel periodo.

Potrebbe interessarti: Attenzione! Approvata nella Settima Commissione della Camera la riforma delle pensioni

Informazioni ufficiali sulla sicurezza alimentare in Colombia

La preparazione di questo rapporto, basato sull’indagine FIES, fa una differenza importante, come spiegato da Santiago Mazo, specialista della FAO sulla sicurezza alimentare in Colombia, dato che sono già due anni consecutivi in ​​cui il Paese dispone di informazioni ufficiali sulla situazione della sicurezza alimentare e sarà presentato ogni anno, il che aiuterà a misurare i progressi della Colombia nel raggiungimento dell’SDG 2.

D’altra parte, “è importante sottolineare che si tratta dell’indagine con il campione più vasto finora realizzata in America Latina, utilizzando la scala FIES”, ha affermato Agustín Zimmermann, rappresentante della FAO in Colombia, spiegando che la partecipazione di più di 86.000 case e più di 242.000 persone. Allo stesso modo, il contributo principale della metodologia FIES è che consente la comparabilità dei risultati tra i paesi di tutto il mondo.

Segui le Noticias RTVC e rimani connesso

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Vigo differiva dal presidente Milei sui candidati alla Corte Suprema
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo