Piccoli produttori di Huila hanno avanzato accordi commerciali per oltre 290 milioni con enti pubblici nel Business Roundtable promosso dall’Agenzia per lo sviluppo rurale

Piccoli produttori di Huila hanno avanzato accordi commerciali per oltre 290 milioni con enti pubblici nel Business Roundtable promosso dall’Agenzia per lo sviluppo rurale
Piccoli produttori di Huila hanno avanzato accordi commerciali per oltre 290 milioni con enti pubblici nel Business Roundtable promosso dall’Agenzia per lo sviluppo rurale

Data di pubblicazione: 24/05/2024 17:03:23

Sono stati siglati 31 protocolli d’intesa con la partecipazione di 22 produttori, con un investimento di oltre 296 milioni per l’acquisto di prodotti: lattuga riccia, riso, banane, fagioli, cioccolato, uova e tanti altri.

2024-05-24 17:03:23

Il successo della giornata degli appalti pubblici nel dipartimento di Huila ha portato alla firma di 31 accordi di protocollo sugli appalti pubblici per un valore di 296.871.000 dollari tra 22 organizzazioni e produttori locali con 18 acquirenti. Prodotti come: uova, cioccolata da tavola, lattuga croccante, riso, banana, zucchero di canna, caffè, cipolla, coriandolo, piantaggine, hamburger di tilapia, arance, mandarini, fagioli, avocado, pollo, pane, tra gli altri, raggiungeranno la tavola di i programmi delle istituzioni e delle organizzazioni del dipartimento che si impegnano per lo sviluppo economico e sociale del territorio, riducendo l’intermediazione e generando maggiori opportunità di crescita per i produttori locali.

Sorleidy Barreiro, produttore agroecologico di Agro 360 Grados, sottolinea che: “questi spazi sono molto importanti perché amplieranno la commercializzazione dei piccoli produttori, che si prendono cura del pianeta perché sono prodotti puliti che garantiscono la sicurezza alimentare”.

Dando spazio e rispetto alla legge 2046 del 2020 sugli appalti pubblici locali come mezzo per riattivare l’economia e colmare le lacune, il 23 maggio 2024 si è tenuto il primo incontro di persona della conferenza d’affari presso le strutture del centro di Huila E la Camera di Commercio di Huila.
“Cerchiamo strategicamente di generare un approccio efficace tra il piccolo produttore e l’operatore dell’ente pubblico affinché acquistino direttamente i loro prodotti; ma, come agenzia, cerchiamo anche di garantire che i prodotti siano conformi a tutte le normative sanitarie, fiscali e amministrative”, ha affermato Francisco Montoya, coordinatore nazionale dei circuiti di marketing corto durante la conferenza d’affari.

Si tratta di un processo di articolazione nell’ambito del Tavolo Nazionale degli Appalti Pubblici Locali al quale hanno partecipato enti quali: Governo attraverso il Segretariato dell’Agricoltura e delle Miniere, Agenzia per lo Sviluppo Rurale, Istituto Colombiano per la Famiglia (ICBF), SENA, CAM, Unidad Solidaria, INVIMA , DIAN, ANT, Finagro, ICA, Camera di Commercio di Huila, Sindaco di Neiva, Programma Fede in Colombia dell’Esercito Nazionale, tra gli altri.

Acquirenti e produttori del dipartimento si sono incontrati in una tavola rotonda, al fine di generare dinamiche commerciali che permettano di ottimizzare i circuiti brevi di commercializzazione, rafforzando l’economia dei produttori locali attraverso l’acquisto pubblico di prodotti alimentari per i programmi sociali statali con enti come l’Istituto Colombiano di Welfare familiare -ICBF, l’ETC del Programma di alimentazione scolastica e la partecipazione di PETROCASINOS, tra gli altri.
“Continueremo a contribuire al dipartimento di Huila nel rispetto della Legge 2046 del 2020 nella sua pedagogia di monitoraggio degli accordi per rafforzare le capacità nei territori, energizzando l’economia locale e promuovendo la sicurezza alimentare e la sovranità nel dipartimento”, Karen Díaz , Direzione Marketing-Unità Tecnica Territoriale 11 (Huila e Caquetá).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ha chiesto un’udienza al sindaco di Cutral Co e aveva un coltello
NEXT Prisoners Defenders aumenta a 1.113 il numero dei prigionieri politici a Cuba, con 19 arresti a maggio